Squinzano

Squinzano

Squinzano, importante centro della provincia di Lecce, sorge a circa 14 Km. del capoluogo; il settore trainante per l’economia cittadina è sicuramente la viticoltura. L’impegno che gli addetti al settore hanno profuso, ha dato da tempo i risultati sperati; il vino di Squinzano si è conquistata su campo la Denominazione d’Origine Controllata e le uve da tavola sono ricercatissime sui mercati italiani ed internazionali. A rendere ancora più florida l’economia del paese contribuiscono alcune industrie tessili, piccoli laboratori artigianali ed una buona propensione al commercio. La fondazione del paese, avvenuta nel I secolo a.C., si deve ad un centurione di nome Quinzio al quale il Senato romano regalò per la fedeltà dimostrata ed i servigi resi, un grande appezzamento di terreno. La volontà di trarre da quelle terre fertili, grandi vantaggi economici spinse il centurione a creare le strutture necessarie per favorire un nuovo insediamento. Squinzano, nei secoli, subì, come molti paesi salentini, le scorrerie e le invasioni di diversi popoli.


Nel 924, il paese vide crescere notevolmente la propria popolazione grazie all’arrivo degli abitanti dei vicini casali di Bagnara, Terenzano, Afra e Cisterni, sfuggiti alla distruzione dei loro villaggi, avvenuta ad opera dei Saraceni Nel 1190 era parte integrante della Contea di Lecce; nel 1480 ft invaso e danneggiato dai turchi; nel 1559 otteneva dal re Filippo II la dipendenza della Corona; nel 1634 era feudo dei Brancaccio, cui Seguirono gli Erriquez ed i Filomarini. I monumenti più importanti del paese sono: La Parrocchiale di San Nicola, costruita nel 1612 col suo grandioso campanile. L’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, restaurata da poco e diventata Museo delle tradizioni popolari. Essa fu edificata dai monaci Basiliani nel XII secolo; accanto al portico finemente scolpito, si può ammirare un pozzo rinascimentale, nell’interno si trova un baldacchino del 269 e numerosi affreschi eseguiti tra il XIII ed il XIV secolo. Protettore di Squinzano è san Nicola, che viene festeggiato con solenni celebrazioni nella seconda domenica di agosto.

Questo articolo utilizza materiale tratto dal sito web del Comune di Squinzano.

 

Nicola Arigliano e Antonio Maggio sono due artisti di Squinzano.