I porti del Re: dal 20 Giugno sino al 5 novembre 2017

La sala Ennagonale del Castello angioino di Gallipoli ospiterà dal 20 Giugno sino al 5 novembre, la mostra “I porti dei Re”.

Trattasi di nove meravigliose tele di grandi dimensioni, raffiguranti alcuni porti pugliesi, tra i quali Gallipoli, Barletta, Bisceglie, Brindisi, Manfredonia, Monopoli, Taranto, Otranto e Trani dipinti dall’artista tedesco Jacop Phillipp Hacker, commissionate da Re Ferdinando IV di Borbone nel 1788.

L’artista per realizzare le tele, fu impegnato sul mar Adriatico per ben 3 mesi, durante i quali trasse tutti i particolari ed i dettagli utili per poter poi ritrarre in un secondo tempo, ritornato a Napoli, tutti i porti delle tre provincie orientali del Regno di Napoli.

È nel 1789, l’anno in cui il pittore tedesco inizia a dipingerle, concludendo il lavoro ben tre anni dopo.

La mostra fortemente voluta dall’amministrazione comunale, è stata organizzate e gestita dal Castello di Gallipoli e dall’agenzia di comunicazione Orione di Maglie con direzione artistica di Raffaela Zizzari in collaborazione con la Reggia di Caserta.

L’inaugurazione della mostra avrà luogo nel castello, martedì 20 giugno alle ore 18 con l’intervento di Mauro Felicori, direttore della Reggia Di Caserta.

L’ingresso nei mesi di giugno e settembre sarà dalle 10 alle 21; luglio e agosto dalle 10 alle 24; mentre nel mese di novembre ore 10/13 – 15/17.

Per Maggiori informazioni:

Pagina Facebook Castello: http://bit.ly/2sensfj

Sito Web: www.castellogallipoli.it

Email: info@castellogallipoli.it

In zona puoi soggiornare qui
Residence Spiaggia Bianca sul mare
a pochi passi da Torre Vado, una delle piu' belle spiagge del Salento
Torre Vado Apartments, bilocale
Soggiorno in formula residence a pochi passi dalle Maldive del Salento
Torre Vado Apartments, trilocale
Trilocale vicinissimo alla spiaggia in località Torre Vado
Rivabella Deluxe monolocale
Appartamento a 50 metri dalla spiaggia
Rivabella Deluxe Appartementi
A pochi metri dal mare a Rivebella
Cerca Struttura
Esperienze