Escursione interattiva a Giurdignano: Il Giardino Megalitico d'Italia

L’Associazione Puglia Megalitica, in collaborazione con il progetto di agricoltura multifunzionale
Karadrà, organizza Domenica 13 Marzo una Giornata di Presentazione delle rispettive attività.

L’Evento avrà inizio alle ore 9.00 con ritrovo ad Aradeo, presso Palazzo Grassi (Via Della Costituzione
n. 27, Aradeo -LE-) dove si avrà la possibilità di visitare la mostra fotografica sulla storia agricola della
comunità per poi proseguire verso Giurdignano, dove avrà luogo la visita guidata ai Dolmen e
Menhir del Giardino Megalitico d’Italia, al Frantoio Ipogeo “Trappitello del Duca” e alla Cripta
bizantina di San Salvatore in compagnia dall’Associazione Turistica Giurdignanese.
Non una semplice visita guidata ma un percorso interattivo.

L’Associazione Puglia Megalitica propone una visita innovativa, in cui i partecipanti, suddivisi in
squadre, potranno sfidarsi attraverso la risoluzione di quiz e altri giochi da vivere con l’ausilio di
dispositivi tablet, messi a disposizione dalla stessa associazione.
Una caccia al tesoro tra i megaliti arricchita dalla risoluzione di alcune “metafore”: dal “Trova le
differenze” alla “Pillola dello studioso”, dal “Trova l’intervento dell’uomo” al quiz a risposte multiple. Il
tutto coadiuvato dall’esperienza di una guida che accompagnerà il gruppo per l’intera giornata.
Un modo divertente, nuovo e coinvolgente di scoprire il territorio con la sua storia e tradizioni.
Alle ore 13.00 il gruppo si sposterà presso la sede del Progetto Agricolo Karadrà, nelle campagne
dell’entroterra Salentino, dove ai partecipanti sarà offerto un tipico pranzo di stagione e verranno
raccontate le attività della struttura.


La visita continuerà nel pomeriggio alla volta dell’Abbazia di San Nicola di Macugno, sede
dell’Ecomuseo del Paesaggio delle Serre Salentine di Neviano.
Alle 17:00 è previsto un momento di ristoro al ritorno del gruppo presso Palazzo Grassi.

La fine delle attività è prevista alle ore 18:00
La partecipazione all’evento prevede un contributo di 10 euro e si rivolge a tutte le guide turistiche e
ai tour operator interessati a conoscere queste due realtà emergenti.

Si chiede gentilmente di dare conferma della propria presenza entro giovedì 10 Marzo ai seguenti
recapiti: pugliamegalitica@gmail.com / 328 3173662.


Puglia Megalitica prende vita nell’Ottobre 2012 a seguito della vincita del Bando della Regione
Puglia “Principi Attivi 2012”, con il progetto “Puglia Megalitica – Un viaggio virtuale tra Dolmen e
Menhir” che ha visto l’importante partenariato della Soprintendenza per i Beni Archeologici della
Puglia e del Museo Provinciale “Sigismondo Castromediano”.
Obiettivo dell’Associazione è puntare i riflettori sul Beni Culturali del territorio Pugliese non ancora
adeguatamente valorizzati attraverso un lavoro di catalogazione, di documentazione fotografica e
progettazione escursionistica.
Partendo dallo studio della bibliografia esistente sul fenomeno megalitico pugliese il lavoro si è
spostato in situ attraverso la localizzazione e il rilievo dei dolmen e menhir pugliesi per la creazione di
un database aggiornato, contenente le schede tecniche dei beni, corredate da materiale
fotografico storico e attuale.

Accedendo al sito www.pugliamegalitica.it è possibile consultare il catalogo online e i percorsi
storico-artico-multimediali appositamente costruiti.
Tali percorsi vedono l’ausilio di tecnologia tablet tramite la quale l’Applicazione di Realtà Aumentata
va a supportare ed arricchire le escursioni nei luoghi d’interesse. L’App vede la creazione di
un’ideale caccia al tesoro tra i beni di riferimento che, sulla base del racconto di una guida, fa
muovere gli utenti tra giochi a quiz, pillole dello studioso, ricostruzioni ambientali e monumentali e
altre “metafore” appositamente costruite.

Informazioni, aggiornamenti e curiosità sono, inoltre, disponibili sulla pagina ufficiale Facebook
Associazione Puglia Megalitica: https://www.facebook.com/pages/Associazione-Puglia-
Megalitica/750492438390942, e sulla pagina Twitter https://twitter.com/PMegalitica.

 

Timeline
23 Febbraio 2015: Ospiti del convegno “La destagionalizzazione e l’innovazione possibile”. Palazzo
Grassi – Aradeo;
27 Aprile 2015: Visita Guidata Classi terze elementari scuola elementare Galatina;
8 Maggio 2015: Workshop Puglia Megalitica – Biblioteca Bernardini – Lecce
14-15 Maggio 2015: Visita Guidata Classi terze elementari scuola elementare Galatina;
1 Giugno 2015: Visita guidata in collaborazione con Il Treno Megalitico Ass. AISAF;
14 Giugno 2015: Escursione in bici tra I Comuni del SAC in collaborazione con Salento Bici Tour;
24 Giugno 2015: Escursione nel territorio di Zollino in occasione della Fiera di San Giovanni;
Agosto 2015: Programma di escursioni Puglia Megalitica rivolte ai turisti;

4 Ottobre 2015: Aperitivo con le stelle e mostra fotografica con lettura di poesie presso il Dolmen
Stabile di Giurdignano, in collaborazione con l’Arci Club Gallery.
L’Associazione di Promozione Sociale Arci Club Gallery è impegnata da tre anni nel progetto
agricolo “Karadrà”: progetto legato al nuovo concetto di multifunzionalità che dà all’agricoltura,
oltre al suo compito primario di produzione, anche il compito di fare comunità, tutelare il patrimonio
culturale e naturale di un territorio, ridisegnarne le linee.
Questa terra fatta di “muretti a secco” e “canali asciutti”, di “ulivi” e “mandorli solitari” ci ha spinti
non all’agricoltura, ma all’aridocoltura.
L’agricoltura oggi deve fare i conti non solo con l’aumento dei consumi, ma anche con la
diminuzione delle risorse, l’aumento della temperatura terrestre e la conseguente desertificazione, le
produzioni devono necessariamente soddisfare tutti questi bisogni per poter non solo essere “etiche”
ma anche bastevoli.
L’aridocoltura è l’insieme degli accorgimenti volti a consentire la coltivazione in ambiente arido, cioè
in assenza di irrigazione ed in presenza di precipitazioni minime. Questa ci permette di portare sul
mercato prodotti naturali cresciuti nel rispetto della terra e della risorsa acqua a costi competitivi
facendoci scoprire, oltretutto, che l’evoluzione di per sé ha donato a molte piante la capacità di
produrre frutti ad alto contenuto nutrizionale e dalla lunga conservazione. Da qui il nostro impegno
nel recupero delle biodiversità locali.
Siamo già a lavoro da tempo. Da quattro anni siamo impegnati sul territorio con attività culturali e di
promozione sociale e da due abbiamo deciso di impegnare il nostro Tempo Lavoro anche nei
campi, reinvestendo di volta in volta il ricavato di tutto ciò, a sostegno delle spese agricole e della
nostra formazione. Il sistema virtuoso che abbiamo creato prevede la concessione d’uso di terreni
incolti ed abbandonati, la loro bonifica e messa a produzione.
Siamo impegnati con la bonifica e il ripristino del Vecchio Fondo Cafazza, in una ricostruzione non
solo agricola ma anche storica del territorio in questione, cercando il coinvolgimento della comunità
e di altri progetti associativi e istituzionali che abbiano ad obiettivo la vitalità del sistema rurale e la
qualità della vita sul territorio.
Si è avviata una mappatura del territorio circostante la zona di interesse agricolo, aprendo un
archivio digitale e cartaceo per il censimento del patrimonio naturale e architettonico insistente
nell’area.
I motivi che ci hanno portato ad aver scelto consapevolmente il Fondo Cafazza sono legati alle
caratteristiche geomorfologiche che ne hanno decretato l’antropizzazione e lo sviluppo.
Il fondo è attraversato dal sistema di canali dell’Asso, unico sistema idrico naturale di tutta la regione,
Zona Umida da tutelare.

Stiamo lavorando alla creazione di “Karadrà – Cooperativa Agricola Produzione Lavoro”, che darà a
noi e al nostro territorio la possibilità NON di resistere, ma di prosperare.
La sfida più grande per noi è dimostrare e dimostrarci, che è il lavoro a pagare e a crearne di nuovo,
senza dimenticare che il cibo serve al corpo, come l’arte serve all’anima.
La globalizzazione ha reso possibile avere tutto, qualsiasi prodotto in qualsiasi luogo e tempo, questo
a scapito non solo della qualità ma anche del nostro ambiente e del nostro futuro di qui il nostro
impegno nei campi.

 

Timeline:
Gennaio-settembre 2014 primo campo sperimentale Pomodori d’Inverno.
Gennaio-settembre 2015 secondo campo sperimentale Pomodori d’Inverno.
Giugno 2015 : ospiti del Mercato equo di Sogliano.
Giugno 2015 Mercatino Bio di Caprarica.
Agosto 2015 Notte dell’Arte, mercato Bio-Km0 Melendugno.
Settembre 2015 : Ospiti del padiglione Puglia per LegaCooP. FIERA DEL LEVANTE BARI.
Settembre 2015: Ospiti di Cascina Triulza- EXPO’.MILANO
Ottobre 2015 Ospiti relatori evento GAL Gallipoli
Novembre 2015 Ospiti della festa del Novello Leverano
Dicembre 2015 : Ospiti del mercatino eco comune di Zollino
Dicembre 2015: Censimento Almanacco BiodiversO Puglia, specie orticola recuperata Pomodoro
d’Inverno.
Febbraio 2015: Incontro Agricolo. Specie orticole e varietà antiche. Karadrà e Casa delle Agriculture.
Presso Laboratorio Urbano To kalò Fai a cura di Salento Km0.

Info: pugliamegalitica.it

In zona puoi soggionare qui
Residence Spiaggia Bianca sul mare
a pochi passi da Torre Vado, una delle piu' belle spiagge del Salento
Torre Vado Apartments, bilocale
Soggiorno in formula residence a pochi passi dalle Maldive del Salento
Torre Vado Apartments, trilocale
Trilocale vicinissimo alla spiaggia in località Torre Vado
Rivabella Deluxe monolocale
Appartamento a 50 metri dalla spiaggia
Rivabella Deluxe Appartementi
A pochi metri dal mare a Rivebella
Cerca Struttura
Esperienze