Servizi

Come muoversi

Quale sia il mezzo con cui vogliate spostarvi in lungo e in largo per il Salento sarà sempre la scelta giusta. Basta munirsi di mappa e scegliere la propria meta. Avrai la possibilità di spostarti…

Trasferimenti

Per te che vuoi spostarti in tutta libertà ma senza doverti mettere al volante Aratravel ha pensato al servizio di noleggio con conducente per tutte le località della Puglia. Che tu sia solo, in compagnia…

Acquista qui i prodotti Salentini

Eventi e Cultura

“Turismo D’AUTORE!”

Buongiorno a Tutti, vi presentiamo la nostra nuova iniziativa "Turismo D'AUTORE". L'associazione #IncomingSalento si fa promotrice di un nuovo modo di scoprire il territorio. Il turista scoprirà il volto di…
Leggi Tutto

Zollino

Di origine incerta, potrebbe essere collegata al longobardo zolla, massa compatta. Gli abitanti si chiamano Zollinesi. In un sito già abitato dalla preistoria, fu fondata in epoca pre-romana da una…
Leggi Tutto

Vernole

Vernole dista dal Capoluogo di Provincia circa 14 Km. ed occupa un comprensorio molto vasto con ben cinque frazioni: Acaya, Acquarica di Lecce, Pisignano, Strudà e Vanze. Per questo la…
Leggi Tutto

Salento terra da ri-scoprire

Da paradiso incontaminato a location prediletta dalle riviste patinate, il Salento dalle mille anime ha sempre e ancora – incredibilmente – nuove pagine di una storia tutta da tramandare. Se siete ancora tra i pochissimi a non conoscerlo, avete ancora tempo per gustarlo in tutta la sua genuinità. Se siete già stati nel Salento e avete imparato ad amarlo, vi assicuriamo che questa terra ha ancora tante carte vincenti da giocare. Perché se vasto è il suo territorio, altrettanto variegata è l’offerta di ferie nel Salento, che della cultura dell’accoglienza, tipica dei salentini, ha fatto la sua bandiera, emblema di un’entita culturale che resiste a confini e mappe geografiche.

Lasciati affascinare dalla storia

Da Castro a Porto Badisco, fino a Roca Vecchia, le grotte nel Salento custodiscono le tracce di un passato raffigurato nelle pitture rupestri, e che si erge anche tra dolmen e mehnir, segni del passaggio di uomini e popolazioni. Prima i Messapi, poi i Romani, e ancora i Bizantini e Aragonesi: il profilo naturale e artistico-architettonico del Salento si modella nei secoli tra alberi d’ulivo, stradine e corti, cambiando continuamente volto, e lasciandosi ora ammirare dallo sguardo di turisti e passanti.

A parlare dai balconi decorati di barocco, dai sontuosi portali degli antichi palazzi è il potere delle grandi dinastie e longeve famiglie nobiliari, tra il bianco levigato della pietra leccese e la porosità del carparo. E così fanno pagghiare e furnieddhi, piccole grandi isole baciate dal sole tra il verde ombroso degli ulivi salentini, i ricami dei vigneti e il rosso della terra, delimitata da muretti a secco: raccontano di tradizioni, detti popolari, usi e consuetudini di gente semplice e genuina, che ha fatto del lavoro e dell’amore per la famiglia i cardini su cui far poggiare la propria vita.

Gusto e profumi senza tempo nel Salento

I mille volti della penisola salentina, dicevamo, con i suoi oltre 250 chilometri di costa e una miriade di cittadine e paeselli che cambiano volto, tenendosi stretta però la propria tradizione e la propria storia, come hanno fatto nei secoli per fronteggiare le incursioni dei barbari. Così il Salento si presenta all’occhio dell’esploratore, in bilico tra panorami da cartolina da ammirare e tanta voglia di mettere le “mani in pasta” per toccare con mano esperienze e saperi.

Perché la tua vacanza nel Salento è un viaggio di gusto e profumi con una lunga storia. Siediti a tavola e mettiti alla prova: scegli tra pucce, friseddhe, pittule, fave e cicorie, pitta di patate, turcinieddhi e… pasticciotto. E non dimenticare “lu mieru”, il vino salentino prodotto dai vitigni di Negramaro, Primitivo e Malvasia, che scorre da un banchetto all’altro e firma i migliori “stornelli” che prendono vita ancora oggi tra trattorie, circoli e “puteche”. Mangia, bevi e onora le feste comandate e le tradizioni nel Salento che le fanno da contorno, con gli innumerevoli rituali in devozione del santo di turno.

Una terra da amare tutto l’anno: cosa vedere

Terra di approdo, di primati e meta “ultima”, la penisola salentina è – nel suo estremo più a Sud, Santa Maria di Leuca – De Finibus Terrae, dove tutto finisce e comincia. Così come fanno il giorno e la notte, guardando a Oriente, toccando quindi il punto più ad est d’Italia, Punta Palascìa nei pressi di Otranto. Da Punta Ristola, che congiunge Ionio e Adriatico, risalendo verso il capoluogo barocco Lecce e, ancora più a nord Ostuni, il tacco dello stivale affascina e incanta in tutte le sue manifestazioni: dall’enogastronomia fino all’artigianato locale, frutto di abili mani, tradizione e creatività, e poi sagre, movida, pizzica e divertimento a colorare piazze e vicoli nel Salento.

E poi un sole caldo bacia le spiagge del Salento da Gallipoli fino a Porto Cesareo, e le sue coste alte e frastagliate lambite da una costante e dolce brezza: la fa da padrone nelle estati infuocate che sembrano non voler andar via, e fa compagnia addolcendo gli inverni miti e gradevoli. Un motivo in più per capire che il momento giusto per le tue vacanze nel Salento è tutto l’anno! Scopri le nostre offerte di affitti nel Salento usando la ricerca.