Rukku.it

Soggiorno naturalistico nel Salento

Dal 23 Settembre 2015 - 04:00

Al 26 Settembre 2015 - 02:00

Un weekend a contatto con la natura e se stessi, lontani dallo stress e dagli impegni quotidiani.

A partire da
240 €


Soggiorno naturalistico nel Salento

4 notti

Offerta disponibile anche per altre date - Contattateci per una richiesta di preventivo

Soggiorno presso la masseria L'Antico Frantoio con trattamento di 1/2 pensione
Tour naturalistico: Porto Selvaggio-Riserva Naturale Le Cesine- Palude e Bosco di Torre Guaceto- Palude e Bosco del Rauccio a Lecce
Pranzo in ristorante tipico

1° giorno

Arrivo in masseria, cena e pernottamento

2° giorno

Prima colazione

Mattina: Visita guidata presso il Parco naturale di Porto Selvaggio

Il Salento è un territorio ricco di parchi, aree protette, riserve e oasi naturalistiche e più in generale  aree di interesse paesaggistico.

Il parco naturale regionale di Porto Selvaggio, in provincia di Lecce, è stato istituito nel 1980 e si estende su un’area di 516 ettari. Prima della riforestazione iniziata negli anni ’50 l’ambiente si presentava brullo e roccioso, ora invece è caratterizzato dalla presenza di un fitto bosco per lo più composto da pini.

Visita della Grotta di Capelvenere: La grotta è costituita da un’unica grande camera, accessibile attraverso la scalinata che porta a Torre dell'Alto dove si trova la Grotta Dell’Alto,  scavi e studi hanno riportato alla luce ritrovamenti e reperti che sono stati collocati nel periodo Neandertaliano.

Poco più a nord di Torre dell’Alto, sul versante ionico, incastonata nella splendida costa di Porto Selvaggio, troviamo la Grotta Riparo Marcello Zei, il deposito preistorico più antico del nostro territorio.

Passando ad ammirare la macchia mediterranea nella Baia di Porto Selvaggio si arriva alle costruzioni rurali pajare e della Masseria Dell’Alto  tra olivi secolari e pini d’Aleppo.

Giardino Botanico: visita del giardino botanico nel cortile di Masseria Torre Nova di origini seicentesche.

All’interno del giardino si snoda un percorso guidato per permette ai visitatori di toccare le essenze botaniche presenti, di sentirne i profumi e di ricevere le informazioni principali attraverso apposita cartellonistica.

Escursione accessibile ai disabili motori e visivi.

Pranzo in un ristorante tipico

Pomeriggio: libero

Sera: rientro in masseria, cena e pernottamento

3°giorno

Prima colazione

Mattina: Visita guidata presso la Riserva naturale le Cesine-Comune di Vernole

Questa vasta area si estende per 620 ettari, 348 dei quali nei confini della Riserva istituita nel 1978. Nel 1980 un altro riconoscimento per Le Cesine: riserva naturale di popolamento animale. Da allora la gestione è sempre stata nelle mani del WWF.

Una zona di grande bellezza e varietà, caratterizzata dalla presenza di una ricca vegetazione e da una variegata fauna stanziale e migratoria. Pur essendo prevalentemente umida, comprende una grande varietà di ambienti e di fasce di transizione: grandi estensioni di canneti, numerosi canali, paludi, acquitrini e i due stagni Pantano Grande e Salapi.

Gli altri ambienti che caratterizzano la riserva sono la pineta, la macchia mediterranea, la lecceta e i coltivi. Nella riserva vi è la masseria “Le Cesine”, adibita a foresteria e centro visite.

All’interno dell’oasi c’è anche un sentiero lungo circa 300 metri per disabili motori e per non vedenti.

Pranzo in un ristorante tipico

Pomeriggio: visita guidata della Riserva naturale di Torre Guaceto 

La Riserva Naturale di Torre Guaceto, situata a circa 18 km a nord di Brindisi, e' un'importante area di interesse naturalistico.
La riserva, unica nell’Italia continentale ad includere una parte terrestre e una marina, e' nata alla fine degli anni settanta ed e' in gestione ad un consorzio di cui entrano a far parte il WWF Italia ed i comuni di Brindisi e Carovigno.
 L’estensione della riserva è di circa 1.200 ettari. A monte della zona della Riserva il visitatore può ammirare un’area caratterizzata da grandi oliveti secolari ed un paesaggio dal carattere mediterraneo, dove è possibile rinvenire dune e paludi. Un’altra parte della riserva invece è rimasta zona umida e pertanto è caratterizzata dalla presenza di uccelli, anfibi ed insetti tipici di questo habitat.

4° giorno

Prima colazione

Mattina: Visita guidata della Palude e Bosco del Rauccio a Lecce

Il Parco naturale regionale Bosco e paludi di Rauccio, esteso complessivamente su un'area di 1593 ettari, è un'area naturale protetta della Puglia, istituita nel 2002. Il parco rappresenta l'ultimo esempio del grande sistema di boschi ed acquitrini che in passato si estendeva, quasi senza soluzione di continuità, lungo la costa tra Brindisi e Lecce. Il paesaggio è caratterizzato da stagni retrodunali, significative risorgive carsiche e il bosco di Rauccio. La flora presente, conta infatti circa 600 specie di piante, tra numerose varietà della macchia mediterranea e tipi di vegetazione simile all’ambiente di Grecia e Albania.
Oltre a tante essenze arboree preziose, a Rauccio, infatti, ci sono anche le sorgenti dell'Idume che creano una zona umida di primaria importanza ecologica. Nell’area del parco troviamo l’omonima Masseria del Rauccio del quindicesimo secolo, la Cappella e la torre colombaia.

Il parco offre 4 percorsi tematici: Botanico; Faunistico; Idrologico; Storico-culturale.

Pranzo in un ristorante tipico

Pomeriggio: shopping a Lecce

Sera: rientro in masseria, cena e pernottamento

5°giorno: partenza

Quota a persona: euro 240,00
La quota comprende:
- Soggiorno in Masseria (4 notti) con trattamento di 1/2 pensione
- Visita guidata (per gruppi di min. 10 persone)
 

Su richiesta:
- Spostamento in auto/mini bus
- Pranzo / Prenotazione Ristorante

 

 

Allogerete presso

Antica masseria del Salento a pochi chilometri da Gallipoli immerso nella quiete più assoluta




Gallery
  • Soggiorno naturalistico nel Salento - 1/1


  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2016 - 16:57
I campi contrassegnati con * sono obbligatori