Rukku.it

Respinti da discarica, lasciati per strada a Galatina


Respinti da discarica, lasciati per strada a Galatina

Non è ancora il momento. C’è ancora da pazientare, quanto meno a Galatina (dove incominciano a costituirsi discariche improvvisate) ed in tutti i paesi dell’Ato Le2. La denuncia parte da un cittadino galatinese il quale – telefonato al numero preposto del Centro Salento Ambiente – si è sentito gentilmente rispondere: “I materassi e tutto ciò che è imbottito viene stimato dalla discarica di Poggiardo quale rifiuto speciale e quindi respinto. Al momento i nostri operatori, quindi, non recuperano tale specie di suppellettile”. Elettrodomestici e materiali ingombranti in genere continuano ad essere ritirati a domicilio dalla società di smaltimento rifiuti che invece alza le mani, già da qualche mese, di fronte al materasso. Così non è difficile scorgerne alcuni “depositati” accanto ai cassonetti della spazzatura (come per esempio fra viale Ionio e la zona di contrada “Duca” ) a far, eufemisticamente, bella mostra di sé. Il Csa, di concerto con l’amministrazione comunale di Galatina, è a caccia di soluzioni che peraltro vengono sollecitate alla stessa discarica di Poggiardo. Il presidente Antonio De Matteis rimarca come “i residenti nei comuni dell’Ato Le1 possono chiedere il ritiro di vecchi materassi che vengono regolarmente accettati dalla discarica di Cavallino, a differenza di Poggiardo che non li considera assimilabili agli urbani (televisori, lavatrici ecc..). E’ un problema di tutti i comuni dell’ambito, che magari si acuisce in grossi centri quali Galatina o Nardò”. L’estrema ratio – evidentemente da scongiurare - sarebbe quella di doversi rivolgere al centro trattamento rifiuti di Francavilla Fontana “a costi decisamente sconvenienti”.



  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:55
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati