Rukku.it

Vacanze 2013. Gli Italiani scelgono la Puglia

E’ stato presentato a Milano l'Osservatorio Europcar-DOXA sulle vacanze degli italiani nel 2013. Anche quest’anno la Puglia si riconferma la meta preferita, ma i dati emersi non si limitano alla destinazione dei vacanzieri


Vacanze 2013. Gli Italiani scelgono la Puglia

Se Vacanza in Italia deve essere, allora che sia in Puglia! Così la pensano gli italiani che dedicano alla nostra Regione il primo posto tra le mete scelte per le proprie vacanze. La percentuale di coloro che resteranno in Italia, quest’anno pari al 12%, s’ incrementa sensibilmente ogni anno.

La destinazione delle vacanze è ancora importante ma, sempre di più, è importante come si svolgerà il viaggio e in compagnia di chi. Lo dimostrano i risultati della ricerca “Vacanze estive 2013: è una questione di destinazione?dell'Osservatorio Europcar-Doxa sugli Stili di vacanza degli italiani, giunto alla nona edizione, che quest’anno, oltre all’analisi sui flussi turistici, si è focalizzato sulle motivazioni che spingono gli italiani a scegliere una località, un villaggio, una nazione.

Le mete e i vacanzieri

Il mare si conferma la destinazione privilegiata dagli italiani (67%), seguito a distanza da montagna e collina (18%), città d'arte (6%), tour (3%) a pari merito con lago, campagna o altre destinazioni, con la Puglia ancora prima mèta per chi sceglie l’Italia (12%), seguita da Toscana (10%), Sardegna e Liguria (a parimerito con il 9%). Il 26% dei vacanzieri 2013 andrà all'estero (era il 19% lo scorso anno), principalmente in paesi low cost come Spagna, Grecia, Croazia, che insieme pesano per circa il 50% delle destinazioni straniere.

Per quanto riguarda la scelta della destinazione, l’indagine individua tre categorie di vacanzieri:

  • i curiosi, in cerca di località completamente nuove (36%);
  • i prudenti (35%) che privilegiano luoghi già visitati una (12%) o più volte (23%)
  • e gli abitudinari, che tornano sempre nello stesso posto (29%).

Le attività

Ancora, elemento importante della vacanza, nonostante l’importanza che la mèta riveste,  è l’attenzione per le attività che vi si possono svolgere. Il 21% dichiara che sceglie dove andare in base alle attività da praticare, il 12% mette sullo stesso piano località e attività.

La destinazione si trasforma quindi in un “contenitore” dentro il quale trovare eventi di vario tipo, percorsi enogastronomici o naturalistici, locali più o meno di tendenza dove  di sviluppare nuove relazioni: un aspetto, quest'ultimo, che diventa sempre più importante, perché per quasi i tre quarti di chi si muove da casa (72%) la vacanza è sinonimo di aggregazione e socialità. Italiani compagnoni? Forse dovremmo aggiornare il termine e parlare di italiani sempre più social-evoli, se è vero che 2 su 10, soprattutto tra 15 e i 34 anni, si affidano ai social network anche durante la vacanza per trovare in loco compagni che condividono le stesse passioni.

I “traditori” della vacanza

Ma il dato più sorprendente della ricerca Europcar-Doxa 2013 arriva con l’ultima domanda. Le risposte ci indicano che ben quattro italiani su dieci sarebbero disposti a cambiare la destinazione scelta per le vacanze davanti a un’offerta simile, ma scontata del 10%.La vacanza è quindi “questione di destinazione” solo per il 60% degli italiani, mentre per gli altri la mèta rimane importante solo fino all’offerta economica. E ci si chiede, a questo punto, se sia un problema di crisi e difficoltà economiche oppure sia una questione di omologazione delle destinazioni turistiche.

Sono, questi, temi sui quali si dovrà riflettere al più presto soprattutto in Italia, dove la concorrenza di mete vicine e più abbordabili sta generando una fuga verso l’estero ed erodendo i margini di molte attività sul territorio, piccole e parcellizzate, che non possono contare sui volumi dei grossi operatori.

I mezzi di trasporto

Per quanto riguarda le caratteristiche delle vacanze degli italiani, l’auto è il mezzo di trasporto più diffuso (65%), seguito dall'aereo (21%), dal treno (7%) e da altri mezzi (7%). Il 28% di chi viaggia in aereo ha dichiarato di noleggiare un’auto. Il 13% dei vacanzieri - rispetto al 10% del 2012 e al 7% del 2011 - pensa che sicuramente o probabilmente userà un'auto a noleggio. Aumenta, inoltre, la sensibilità per il semplice “utilizzo” del mezzo, anche perché l‘auto di proprietà viene percepita come sempre più costosa nell’usura, il carburante e le assicurazioni.

I soggiorni

I dati sulla durata delle prossime vacanze estive degli italiani registrano per quasi l’80% soggiorni tra i 7 e i 15 giorni con un calo delle “vacanze lunghe” e una crescita dei week-end. Una tendenza ormai strutturale negli ultimi anni, certamente legata anche a un diverso modo di impiegare il tempo libero - più periodi di vacanza durante l’anno - ma, inevitabilmente, la conferma della crisi almeno per tutto il 2013.

Qualunque sia la vostra meta e la vostra idea di vacanza ricordatevi del nostro Salento, terra rigogliosa e genuina, nelle peculiarità, nella biodiversità e nei rapporti tra le persone. E buona vacanza a tutti!

 

                                                                                                                                                Cinzia Margarito

                                                                                                                                     Redazione Salento.com



  • Cinzia.Margarito
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati