Rukku.it

Terre del Capo di Leuca – De finibus Terrae

Nato nel Salento il primo parco ecclesiale d’Italia


Terre del Capo di Leuca – De finibus Terrae

Il 20 maggio 2016 presso la Sede della Regione Puglia a Roma è stato presentato il primo Parco culturale ecclesiale formalmente istituito in Italia, denominato “Terre del Capo di Leuca – De finibus Terrae” nel Salento.

L'iniziativa nasce da un innovativo progetto nazionale della Conferenza episcopale italiana che, attraverso l'Ufficio nazionale per la Pastorale del Turismo che intende promuovere, recuperare e valorizzare il patrimonio liturgico, storico, artistico, architettonico, museale, ricettivo e ludico della Chiesa dell’estremo sud del Salento.

Il monsignor Vito Angiulli ha spiegato "La nascita del Parco nasce da un innovativo progetto nazionale della CEI che, attraverso l'Ufficio nazionale per la pastorale del Turismo, intende rispondere a due sollecitazioni molto importanti della contemporaneità: la valorizzazione dei beni culturali ecclesiali, nel più ampio contesto dell'attrattività territoriale e come veicolo di evangelizzazione, di incontro, di dialogo e di pace per un'ecologia integrale della persona umana". Una vera e propria sfida accolta da quel Capo di Leuca immerso nel Mediterraneo che ancora vive, nella presenza della Basilica Santuario, le memorie dei passi di San Pietro e che si proietta nel mondo attraverso le parole di don Tonino Bello. "La nostra è stata da sempre una terra di accoglienza, dall'Est e dal Medio Oriente. Una terra che è un ponte geografico e culturale tra Oriente e Occidente. Anche da un punto di vista religioso. Basti pensare che i santi che si venerano qui sono tutti orientali, san Giovanni Crisostomo, san Giovanni Elemosiniere. Oggi questo ruolo di ponte viene reso ancora più attuale dai destini dell'Europa che si giocano nell'area del Mediterraneo. Gli sbarchi degli immigrati ne sono un chiaro esempio. Il Mediterraneo non è solo un luogo di naufragio ma di incontro e di dialogo".

Nel corso della conferenza è stato inoltre presentato il marchio territoriale “Cammini di Leuca”, lanciato per indicare le tre direttrici degli antichi cammini che portavano i pellegrini al santuario mariano di Leuca e tutti fondamentali servizi ai quali il pellegrino da oggi in avanti potrà accedere, che vada oltre al turismo religioso e che diventi un turismo di senso

Tra gli obiettivi del Parco Culturale Ecclesiale vi è anche l’evento #cartadileuca.0 (Capo di Leuca dall'11 al 14 agosto 2016) che permetterà a 70 giovani provenienti da diversi paesi d’Europa e del Mediterraneo a dar vita ad un vero e proprio laboratorio della diplomazia del dialogo.



  • mariannamangiatordi
  • Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2016 - 09:51
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati