Rukku.it

Museo di pittura contemporanea a Santa Maria di Leuca (Lecce)

Nel Museo ”Vito Mele” mostra di pittura moderna contemporanea, l’opera di Nicola Andreace “Globalizzazione”.


Museo di pittura contemporanea a Santa Maria di Leuca (Lecce)

Nel complesso della Basilica - Santuario "De Finibus Terrae" di Santa Maria di Leuca, è stato appena inaugurato il Museo "Vito Mele" di Pittura contemporanea moderna, che si aggiunge a quello di Scultura, già precedentemente aperto al pubblico. Erano presenti Monsignor Vito De Grisantis, Vescovo di Ugento - S.Maria di Leuca, mons.Giuseppe Stendardo, Rettore della Basilica, Antonio Gabellone, Presidente provinciale di Lecce, il Sindaco di Castrianiano del Capo, il Prof. Lucio Galante, Direttore del Dipartimento dei Beni delle Arti e della Storia dell'Università di Lecce, Massimo Guastella, Professore di Storia dell'Arte contemporanea dell'Università di Lecce, lo scultore Vito Mele, critici, artisti, giornalisti, operatori d'arte. Il Museo di opere pittoriche nasce per un'azione generosa del salentino Vito Mele, da tempo trasferito a Milano, il quale, dopo aver donato le Sculture, raccolte già nel Museo di Scultura, ora ha dato a Santa Maria di Leuca oltre155 opere in suo possesso di 155 artisti nazionali ed internazionali, che, per un'altrettanta lungimiranza e responsabilità culturale e civile, l'Istituzione della Basilica - Santuario ha accolto, riservando ad esse uno spazio prestigioso, di grande valore simbolico. Edita dalla Editrice Salentina di Santa Maria di Leuca, per l'occasione, è stata distribuita ai presenti l'elegante e ricca Pubblicazione "Verità e Poesia della forma"(Pagine 351), vero strumento di conoscenza, di promozione e valorizzazione delle opere in mostra, dei loro autori e del luogo espositivo. All' l'indicazione dei nomi della Commissione del Museo, il cui direttore artistico è lo scultore Vito Mele, segue il Comitato tecnico-scientifico, formato da artisti, critici, professori universitari di Storia dell'Arte tra cui Lucio Galante, Presidente, Massimo De Giosa, Massimo Guastella, Luciana Palmieri, Angelo Lippo. Dopo il saluto di S.E. Vito De Grisantis, la presentazione del Rettore della Basilica, Mons. Giuseppe Stendardo, la Premessa del fondatore del Museo che spiega le motivazioni del suo mecenatismo, il prof. Lucio Galante sottolinea l'importanza del notevole patrimonio artistico in esposizione, che ora può essere conservato, tutelato, valorizzato. Seguono i testi dei Professori Massimo Guastella e Luciana Palmieri , le schede con le immagini delle opere esposte e con cenni critici e biografici dei loro autori. Il prof. Massimo Guastella presenta in sintesi artisti di fine Ottocento e primo Novecento, di cui analizza alcune composizioni emblematiche delle nuove correnti operative; la prof. Luciana Palmieri annota alcune riflessioni sugli artisti degli anni Trenta. Tra i pochi italiani e stranieri. che. a suo parere, si sono imposti per le loro sperimentazioni di nuove soluzioni pittoriche, cita Nicola Andreace, il quale è presente nel Museo permanente con l'opera "Globalizzazione"del 1996 (tecnica mista su tela,cm.100x70), composizione carica di valenze estetiche e simboliche peculiari che attingono all'ambito della cultura dell'autore, delle sue ricerche, delle sue riflessioni, della sua memoria. In essa, un vero feed- bakc, s'incontrano, si sovrappongono figure di personaggi di varia età, simbolo delle fasi dell'esistenza umana; fasce pedonali che indicano lo scorrere del tempo tra fine Novecento e Nuovo Millennio; la lettera G, di "Globalizzazione"; elementi architettonici, un grammofono a tromba , segni di un antico mondo, che vorticosamente sparisce; un vestito appeso alla gruccia, metafora del nostro mascheramento nei rapporti con gli altri e del "vuoto" dell'uomo moderno; ed infine un cerchio rosso fratturato, allegoria della terra in pericolo, minacciata nel suo ecosistema e sconvolta e divisa da pregiudizi e da ideologie religiose, politiche, sociali. I vari elementi iconografici della composizione complessa, concettuale, non convenzionale si attraggono, perché complementari, perché popolano il mondo dell'autore, ne esprimono la coerente espressione estetica , suggeriscono la suggestione del mistero dell'esistenza e la storia della nostra terra.


Gallery
  • Museo di pittura contemporanea a Santa Maria di Leuca (Lecce) - 1/2
  • Museo di pittura contemporanea a Santa Maria di Leuca (Lecce) - 2/2


  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati