Rukku.it

La Notte della Taranta 2013

Ci sono eventi destinati a fare epoca. A segnare il tempo e lo spazio per poi sconfinare oltre l’universo sonoro, scandito dal ritmo dei tamburelli


La Notte della Taranta 2013

Ci sono eventi destinati a fare epoca. A segnare il tempo e lo spazio per poi sconfinare oltre l’universo sonoro, scandito dal ritmo dei tamburelli. È il caso del festival “La notte della Taranta” ideato nel 1998 dall’Unione dei Comuni della Grecia salentina e l’Istituto “Diego Carpitella”. Da quella prima edizione sono trascorsi ben 16 anni e il festival, che ha reso celebre il Salento nel mondo, è la più grande kermesse musicale dedicata al recupero della pizzica salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali che vanno dalla world music al rock, dal jazz alla sinfonica.

Una festa popolare così la descrive Sergio Blasi membro del direttivo dell’omonima Fondazione (fondata da Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni della Grecia, l'Istituto Diego Carpitella) nata per “strutturare fortemente non solo i luoghi dello spettacolo ma quelli della ricerca, dello studio, dello scambio, di entrare in relazione con altre feste popolari che in Europa e nel mondo si rappresentano”.
Una festa che attraversa il Salento, il cuore della Grecia salentina, passando da Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cursi, Cutrofiano, Galatina, Martano, Martignano, Soleto, Sternatia, Zollino oltre Lecce e Sogliano Cavour portando nelle piazze gli artisti più rappresentativi della scena della pizzica salentina, muovendosi tra recupero della tradizione e innovazione, dedicando ampio spazio a progetti speciali e inedite collaborazioni che negli anni hanno accresciuto la popolarità e lo spessore artistico del festival.

Un festival che viaggia nei luoghi della tradizione musicale salentina e fa viaggiare a ritroso nel tempo quando la musica scandiva il duro lavoro nei campi.  La musica aveva il potere di lenire le sofferenze, il dolore. La musica guariva le ferite dell’anima come il morso del ragno, la tarantola, il cui veleno perdeva efficace grazie al ritmo vorticoso della danza che s’accompagnava al suono incessante dei tamburelli. Un rituale che, spesso, ne incrociava altri come la danza dei coltelli detta la pizzica scherma o quella del corteggiamento.

E il festival diventa un viaggio nella Storia di questa terra, delle radici identitarie di un popolo.

A rievocare e innovare la celebre pizzica salentina, edizione dopo edizione, ci hanno pensato gli ospiti e l’Ensemble La Notte della Taranta, una compagine con i più importanti nomi della musica internazionale, diretti dai maestri concertatori che negli anni sono stati: Daniele Sepe (prima edizione 1998), Piero Milesi (maestro concertatore per due edizioni del festival, nel '99 e nel 2001), Joe Zawinul (2000), Vittorio Cosma (2002), Stewart Copeland (2003), Ambrogio Sparagna (dal 2004 al 2006) con il quale dal 2004 è nata l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta, che ha assorbito al suo interno l’Ensemble arricchendosi di tutte le sezioni di strumenti tipiche di una orchestra.

Dal 2007  al 2009 è stato chiamato a dirigere l’Orchestra della Notte della Taranta il musicista Mauro Pagani mentre per le due edizioni successive sul podio in veste di maestro concertatore è salito il maestro Ludovico Einaudi.

Mentre è ancora vivo il ricordo del concertone finale del 25 agosto 2012 a Melpignano, diretto dal musicista bosniaco Goran Bregovic che ha incantato le 120mila persone raccolte sul piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani, fervono i preparativi per la sedicesima edizione. Al momento non è dato di sapere il nome del maestro concertatore del Festival che si svolgerà dal 6 al 24 agosto 2013. Ma, di sicuro, il progetto musicale fulcro vitale de La Notte della Taranta porterà nel Salento i grandi nomi della musica italiana e internazionale per celebrare la musica di tradizione e darle nuova forma.



Gallery
  • La Notte della Taranta 2013 - 1/2
  • La Notte della Taranta 2013 - 2/2


  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati