Rukku.it

“I monumenti orsiniani di Soleto: percorsi di valorizzazione”

La chiesa di Santo Stefano in realtà aumentata


“I monumenti orsiniani di Soleto: percorsi di valorizzazione”

Visitare e conoscere la Chiesa di Santo Stefano di Soleto, grazie all’uso delle nuove tecnologie. In occasione dell’evento organizzato dall’Amministrazione comunale “I monumenti orsiniani di Soleto: percorsi di valorizzazione”, in programma il 10 luglio, il progetto In-Cul.Tu.Re. presenta le attività di ricerca condotte sulla Chiesa, con un’anteprima dell’applicazione di visita in realtà aumentata.

L’applicazione, progettata e sviluppata in collaborazione con i ricercatori dell’Istituto Ibam-Cnr di Lecce e con la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Bari - BAT e Foggia, si propone come uno strumento immediato per la conoscenza e la comprensione dell’opera, offrendo contenuti inediti, come le integrazioni di restauro digitale o la guida interattiva ai cicli di affreschi. La Chiesa, che rappresenta uno dei primi e più compiuti pochi esempi di pittura tardogotica in Puglia, rientra tra i dodici casi studio sottoposti a programmi di ricerca e valorizzazione da parte di In-Cul.Tu.Re. “Innovazione nella Cultura, nel Turismo e nel Restauro”, vincitore del bando Miur “Smart Cities and Communities and Social Innovation”.

Nell’ambito del Progetto sono state anche condotte sull’edificio, con il supporto del Laboratorio di Diagnostica non Distruttiva del Politecnico di Torino e dell’Ibam-Cnr di Lecce, indagini termografiche e di caratterizzazione dei pigmenti impiegati per la realizzazione degli affreschi.

La chiesa di Santo Stefano, come gli altri beni oggetto di studio, è stata inoltre interessata da azioni di promozione e valorizzazione, come le mostre fotografiche “Da qui non si vede il mare. Il paesaggio della Grecìa Salentina” (4-23 Agosto 2014, Castello de Gualtieriis, Castrignano dei Greci) e “Futuri Possibili. Il paesaggio della Grecìa Salentina” (5-17 Maggio 2015, Castello de Gualtieriis), il reportage fotografico di Piero Marsili Libelli confluito nel calendario 2015 “Tra Visioni e Paradossi”, la realizzazione del cortometraggio “Deposizione in due atti” del regista Carlo Michele Schirinzi (presentato al Torino Film Festival 2014 e al Festival del Cinema Europeo 2015 a Lecce) e l’inserimento nelle app “Sherazade – Storymaker for travelling” e “InCulture – Caccia ai Tesori della Grecìa Salentina”.

La manifestazione vedrà la partecipazione del dott. Massimo Bray, direttore generale dell’Istituto Treccani ed ex ministro delle Attività culturali e del Turismo, che focalizzerà il suo intervento sulle buone pratiche nella valorizzazione e promozione del patrimonio culturale.



  • crismand
  • Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2015 - 16:46
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati