Rukku.it

Corso di formazione in Geofisica per l’Archeologia

L’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (CNR-AdR, Roma1), in collaborazione con il LAP&T (Università di Siena) e l’Area della Ricerca del CNR Roma 1, organizza il corso: “Geofisica per l’Archeologia: metodi di indagine, acquisizione, elaborazione e rappresentazione 2D e 3D”.


Corso di formazione in Geofisica per l’Archeologia

Corso di formazione in Geofisica per l’Archeologia:
metodi di indagine, acquisizione, elaborazione
e rappresentazione 2D e 3D
8 – 15 Giugno 2009
Area della Ricerca CNR Roma 1
1. Presentazione
L’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali (CNR-AdR, Roma1), in
collaborazione con il LAP&T (Università di Siena) e l’Area della Ricerca del CNR Roma
1, organizza il corso: “Geofisica per l’Archeologia: metodi di indagine, acquisizione,
elaborazione e rappresentazione 2D e 3D”.
Il corso vuole fornire l’opportunità a laureati e professionisti, operanti all’interno di
strutture pubbliche e private, di approfondire la conoscenza delle metodologie geofisiche
sviluppate ed applicate nel campo delle prospezioni archeologiche. Le lezioni, basate su
argomenti teorici e presentazioni di casi di studio significativi sullo stato dell’arte delle
metodologie trattate, saranno affiancate da dimostrazioni pratiche volte alla progettazione,
acquisizione, elaborazione e rappresentazione di dati acquisiti con diverse tecniche di
indagine.
Il corso ha come obiettivo primario l’analisi e la valutazione critica delle applicazioni
geofisiche coerenti con le ricerche archeologiche.
2. Programma
Problemi archeologici su larga, media e piccola scala; indagini geofisiche a varia scala;
indagini topografiche estensive e di dettaglio; Magnetometria (cenni teorici e case
histories); Georadar (cenni teorici e case histories); Resistività ERT (cenni teorici e case
histories); integrazione di diversi metodi; Remote Sensing e geofisica estensiva;
rappresentazione e gestione dei dati in ambiente GIS; impiego di softwares dedicati alla
elaborazione e rappresentazione 2D e 3D di dati geofisici. Esercitazioni pratiche su
situazioni reali (campo sperimentale, sito archeologico).
3. Requisiti di accesso
Il corso è destinato a laureati in materie umanistiche, in particolare nelle
discipline e indirizzi afferenti ai beni culturali i quali oltre a possedere le competenze per
l’accesso dimostrino di avere partecipato a ricerche e progetti nell’ambito di studi
archeologici; saranno considerate anche domande di laureati in discipline scientifiche
(fisica, ingegneria, geologia). Le esperienze e competenze dovranno essere specificate
nel curriculum. Si terrà conto della frequenza di corsi di specializzazione e master in
discipline e metodologie afferenti allo studio e rappresentazione delle strutture
archeologiche; saranno inoltre valutate anche le esperienze professionali (documentate)
2
presso strutture pubbliche e private nei settori dei beni culturali.
E’ utile la conoscenza della lingua Inglese, idonea a permettere la partecipazione e
comprensione di alcune lezioni che saranno tenute in questa lingua.
Non è previsto limite di età. Sono ammessi 24 partecipanti, selezionati in base al
curriculum.
Direttore Scientifico del Corso
Salvatore Piro – Senior Scientists Geofisico – ITABC, CNR.
Co-direttore scientifico
Stefano Campana – Laboratorio di Archeologia dei paesaggi e Telerilevamento (LAP&T),
Università di Siena.
Co-organizzatori
Geostudi di J.L. Astier – Livorno.
In collaborazione con:
Dipartimento Scienze Storiche, Archeologiche ed Antropologiche dell’Antichità, Università
“Sapienza”, Roma.
4. Organizzazione del corso, sede e quota di iscrizione
Durata: la scuola avrà la durata di 8 giorni dal 8 Giugno al 15 Giugno 2009.
Le lezioni teoriche saranno seguite da esercitazioni pratiche che saranno organizzate sia
nel campo sperimentale all’interno dell’Area della Ricerca dell’ITABC CNR sia presso un
sito archeologico, acquisendo dati su una situazione reale di indagine.
Numero di tutors: 5
Numero previsto di studenti: 24
Si garantisce l‘avvio del corso con una partecipazione minima di 16 persone; qualora il
corso per qualunque motivo dovesse essere rinviato o cancellato si provvederà al
rimborso integrale delle quote di iscrizione. In tutti gli altri casi verrà rimborsata
integralmente la quota di iscrizione solo a chi dovesse disdire entro 15 gg. dall’inizio del
corso stesso. Ai partecipanti ammessi al Corso sarà rilasciato un attestato di frequenza da
parte dell’ITABC-CNR. La frequenza non dovrà essere inferiore al 90% delle ore di
lezione.
Il corso prevede una quota di iscrizione di 1000,00 Euro (+IVA 20% da calcolare) che
include, per tutti i partecipanti: materiale didattico e manualistica, esercitazioni in
laboratorio e sul campo e il servizio mensa gratuito per le giornate presso l‘Area della
Ricerca di Roma 1.
Il trasporto presso le aree di rilievo e di esercitazione esterne ed il soggiorno è a cura dei
partecipanti.
La domanda di ammissione, in carta libera, dovrà pervenire entro il 15 Aprile 2009 per
Fax al n. :06/90672684 alla attenzione del Dott. Salvatore Piro, CNR-ITABC o per e-mail
all’indirizzo: salvatore.piro@itabc.cnr.it.
3
Nella domanda dovranno essere indicati i seguenti dati:
• cognome e nome,
• codice fiscale,
• luogo e data di nascita,
• residenza (domicilio se diverso dalla residenza),
• recapiti telefonici/fax, e-mail,
alla domanda dovrà essere allegato il curriculum di studi e professionale del
candidato (come specificato sotto).
Il corso si svolgerà, per le sessioni interne, presso il l’ITABC – CNR e la sala convegni
dell’Area della Ricerca di Roma 1 (Via Salaria km.29,300, Montelibretti), per le sessioni
esterne, presso l’Area della Ricerca Roma1 – CNR (campo sperimentale dell’ITABC) e in
un sito archeologico all’interno del Parco Archeologico di Veio (Roma).
5. Titoli scientifici e professionali utili alla selezione
La selezione verrà curata dal Comitato Scientifico in base al curriculum allegato alla
domanda di ammissione. Dovranno essere indicati sia per i diplomi di laurea che per i
diplomi di dottorato e specializzazione: la votazione degli esami universitari sostenuti, il
titolo della tesi finale, il nome del relatore, la votazione riportata, le esperienze di lavoro.
Non deve essere inviato altro materiale allegato.
I nomi degli ammessi saranno pubblicati sul sito internet http://grs-lab.itabc.cnr.it/education
Gli ammessi dovranno confermare l'accettazione, entro 3 giorni dalla comunicazione
della segreteria del corso (pena l’esclusione), a mezzo fax al n. 06/90672684 o con
equivalente documento firmato in formato pdf inviato via e-mail all’indirizzo
salvatore.piro@itabc.cnr.it, provvedendo, entro lo stesso termine, al pagamento della
quota di iscrizione (Euro 1200.00, IVA inclusa) da effettuare sul Conto Corrente
Bancario 01005 03392 218150 - intestato a “Incassi e Pagamenti giornalieri“ IBAN
IT75N0100503392000000218150, c/o BNL SPA presso Consiglio Nazionale delle
Ricerche di Roma RM -indicando la causale: CDS 098 / Iscrizione al Corso in
Geofisica per l’Archeologia.
Dovrà essere inviata per fax al n.06-90672684 o per e-mail all’indirizzo
salvatore.piro@itabc.cnr.it la fotocopia dell'avvenuto pagamento, insieme alla conferma
dell'adesione.
6. Come raggiungere la sede del corso
In Aereo Dall‘Aeroporto di Fiumicino con la Ferrovia FM 1-fermata Pianabella di
Montelibretti. In Treno Dalla stazione Termini con la metropolitana linea B-fermata
Tiburtina FS. Quindi con la Ferrovia FM 1 fermata Pianabella di Montelibretti. In Auto
dall'Autostrada Milano-Napoli Uscita Fiano Romano: proseguire direzione Rieti e uscire
sulla via Salaria in direzione Roma. Dopo circa 4 Km svoltare a sinistra verso Palombara
Sabina (km 29,300 via Salaria; "Via della Neve"). -Da Roma prendere la via Salaria in
direzione Rieti, superare Monterotondo Scalo e dopo circa 4 Km svoltare a destra in
direzione Palombara Sabina (km 29,300 via Salaria; Via della Neve).
4
7. Per ulteriori informazioni contattare lo staff del corso:
Dott. Salvatore Piro 06-90672375, lunedì-mercoledi, dalle ore 10 alle ore 13, oppure per email
all‘indirizzo: salvatore.piro@itabc.cnr.it
Daniele Verrecchia 06-90672375, lunedì - venerdì dalle 10:00 alle 13:00, o all’indirizzo email:
daniele.verrecchia@itabc.cnr.it
8. Organizzatori
L’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali, http:// www.itabc.cnr.it/
tra le varie componenti scientifico-professionali che lo contraddistinguono, annovera quella
geofisica, che si dedica, sin dalla fondazione dell’Istituto, da un lato a ricerche di carattere
metodologico con i diversi metodi di indagine (geoelettrico, magnetico, georadar) volte al
miglioramento delle tecniche di acquisizione, elaborazione ed inversione dei dati, e
dall’altro a ricerche applicative in diverse aree di interesse archeologico sia in Italia che
all’estero.
Negli ultimi venti anni, il Laboratorio di Geofisica dell’ITABC (GRS-LAB, Ground Remote
Sensing LAB, http://grs-lab.itabc.cnr.it) ha promosso e coordinato, sia in ambito nazionale
che internazionale, numerose iniziative quali: (a) il Workshop nazionale di Geofisica per
l’Archeologia (CNR Porano - Orvieto, 1988 in collaborazione con l’Università Sapienza
Roma e con il Comitato Nazionale per le Scienze e Tecnologie per i Beni Culturali del
CNR), (b) il Workshop “Electric, Magnetic and Electromagnetic methods applied to Cultural
Heritage” (Ostuni, 1997, in collaborazione con il Comitato Nazionale per le Scienze e
Tecnologie per i Beni Culturali del CNR, il Comitato Nazionale di Fisica del CNR, il
Comitato Nazionale di Geologia del CNR, il Dipartimento di Geofisica e Vulcanologia
dell’Università Federico II di Napoli), (c) numerose sessioni di “Near Surface Geophysics”
e “Shallow depth geophysics” del Congresso Internazionale della European Geophysical
Society e Goscience Union (negli anni 1999-2003), la 6th Conferenza Internazionale di
“Archaeological Prospection” (CNR, Roma, Settembre 2005), la XV Summer School in
“Geophysics for landscape Archaeology” (organizzata dal LAP&T dell’Università di Siena a
Grosseto, 2006 in collaborazione con l’ITABC) e il workshop nazionale di “Geofisica per
l’Archeologia. Possibilità e limiti”, organizzato dal CISTeC (Università Sapienza, Roma) in
collaborazione con l’ITABC. Inoltre negli anni 2002-2008 è stato curato il corso
universitario di Geofisica per l’Archeologia presso il Dipartimento di Scienze Storiche,
Archeologiche ed Antropologiche dell’Università Sapienza, Roma.
I risultati finora raggiunti, documentati da pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed
internazionali, rapporti interni, note tecniche e contributi didattico-scientifici a tesi di laurea
e di dottorato, dimostrano l’impegno e la qualità della produzione scientifica, al punto che
oggi, in Italia, l’I.T.A.B.C. certamente concorre al progresso scientifico delle discipline di
geofisica applicata ai beni culturali e, per il suo costante processo di crescita, rappresenta
una delle istituzioni “guida”.
5
Università di Siena – Laboratorio di Archeologia dei Paesaggi e
Telerilevamento (LAP&T) http://www.lapetlab.it. Il Laboratorio, istituito dal Prof. Riccardo
Francovich e da Stefano Campana, è specializzato in cartografia archeologica ed è
considerato tra i più avanzati in Europa. La struttura si caratterizza per l’impegno nella
sperimentazione di nuovi metodi di indagine e l’integrazione con i metodi tradizionali con
particolare riferimento al contesto storico culturale e paesistico della Toscana meridionale.
Dal suo avvio nel 1999, il Laboratorio ha promosso e gestito (in collaborazione con
prestigiose istituzioni di ricerca nazionali ed internazionali tra cui il Consiglio Nazionale
delle Ricerche, English Heritage, le Università di Cambridge, Durham, Vienna, Berkeley,
Merced), una serie di importanti scuole di alta formazione e congressi. In questa sede
ricordiamo la Scuola, Telerilevamento in Archeologia (1999, Certosa di Pontignao - SI),
Aerial Archaeology Research School (2001 Siena e 2005 Grosseto), Geofisica per
Archeologia dei Paesaggi (2006 Grosseto), 3D Modeling In Archaeology And Cultural
Heritage (Monte Verita, Ascona, Svizzera, 2008). Il laboratorio ha anche organizzato
numerosi seminari internazionali su: Aerial Archaeology and New Technologies for the
Study of Archaeological Landscapes (2001), Paesaggi archeologici e tecnologie digitali,
laser scanner e GPS (2005), in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche,
2nd International Conference on Remote Sensing in Archaeology (From Space to Place,
Rome, 2006), in collaborazione con le Università della California di Berkeley e Merced,
3nd International Conference on Remote Sensing in Archaeology (Space Time and Place,
India, 2009).
Programma Scuola di Geofisica per l’Archeologia
ITABC – Giugno 2009
Lunedì 8.06.09 11:00 – 11:30 Apertura della scuola e presentazione del
programma
11:30 – 13:00 Problemi archeologici su larga, media e
piccola scala Campana S.
13:00 – 14:30 Lunch
14:30 – 16:00 Indagini geofisiche a varie scale
Piro S.
16:00 – 16:30 Coffee break
16:30 – 17:30 Indagini topografiche estensive e
di dettaglio Gabrielli R.
Martedì 9.06.09 9:00 – 11:00 Rilievi topografici integrati
Gabrielli R.
11:00 – 11:30 Coffee break
11:30 – 13:00 Rilievi topografici e fotogrammetrici
Gabrielli R.
13:00 – 14:30 Lunch
14:30 – 16:00 Magnetometria (teoria, strumenti,
acquisizione) Piro S.
6
16:00 – 16:30 Coffee break
16:30 – 17:30 Magnetometria (case histories)
Piro S.
Mercoledì 10.06.09 9:00 – 11:00 GPR (teoria, strumenti, acquisizione)
Goodman D.
11:00 – 11:30 Coffee break
11:30 – 13:00 GPR (case histories)
Goodman D.
13:00 – 14:30 Lunch
14:30 – 16:00 Resistività ERT (teoria, strumenti,
acquisizione) Morelli G.
16:00 – 16:30 Coffee break
16:30 – 17:30 Resistività (case histories) Morelli G.
Giovedì 11.06.09 9:00 – 11:00 Integrazione di metodi (qualitativa e
quantitativa) Piro S.
11:00 – 11:30 Coffee break
11:30 – 13:00 Integrazione Piro S.
13:00 – 14:30 Lunch
14:30 – 16:00 Remote Sensing e Geofisica estensiva
Campana S.
16:00 – 16:30 Coffee break
16:30 – 17:30 Rappresentazione e gestione integrata
dei dati in ambiente GIS. Campana S.
20:30 - ………. Social Dinner
Venerdì 12.06.09 9:00 – 14:00 Acquisizioni sito archeologico
14:00 – 16:00 Lunch
16:00 – 17:00 rientro in AdR per strumentazione
Sabato 13.06.09 9:00 – 14:00 Acquisizioni sito archeologico
14:00 – 16:00 Lunch
16:00 – 17:00 rientro in AdR per strumentazione
Domenica 14.06.09 Libera Visita al Palatino
Lunedì 15.06.09 9:00 – 13:00 Elaborazioni in aula
13:00 – 14:30 Lunch
14:30 – 16:30 Elaborazioni in aula
16:30 – 17:00 Coffee break
17:00 – 18:00 Chiusura e certificati
7
Sponsors
ITABC lì 12.02.09
Salvatore Piro


  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati