Rukku.it

Concorso “Comuni fioriti”

Fiorire è accogliere: il concorso "Comuni fioriti" per la promozione delle località turistiche.


Concorso “Comuni fioriti”

Sono oggi circa 30.000 le città e i villaggi che partecipano in Europa a concorsi di fioritura, con importanti ricadute sulla qualità della vita e sull'immagine turistica (e conseguentemente sull'economia).

Con risorse limitate si è riusciti a sviluppare un sano spirito di concorrenza e di emulazione tra le amministrazioni locali che ha trasformato intere regioni e paesi in veri e propri giardini fioriti, sorridenti e accoglienti.

 


Il Concorso "Comuni fioriti"

 

In Italia il concorso "Comuni fioriti" è organizzato dall'ASPROFLOR (Associazione Produttori Florovivaisti il cui slogan è proprio "Fiorire è accogliere") con la collaborazione dell'ATL Distretto Turistico dei Laghi (Verbano-Cusio) e della Coldiretti e la consulenza dello Studio URBAFOR. Il concorso si avvale della collaborazione dellei associazioni Città del Vino, Cittaslow, ANPCI e, da quest'anno, della stessa UNPLI.

 

Dopo tre anni di sperimentazione a livello regionale, nel 2007 il concorso è diventato nazionale, e nel 2008 ha coinvolto 89 comuni di 11 regioni. Tutti i Comuni partecipanti ricevono il cartello stradale di "COMUNE FIORITO", contraddistinto da un numero variabile da uno a quattro fiori a seconda del giudizio espresso dalla giuria. Nel 2008 hanno ottenuto 4 fiori 12, comuni, 3 fiori 24 comuni, 2 fiori 46 comuni e 1 fiore 7 comuni.

 

Inoltre sono stati consegnati premi in natura ai comuni primi e secondi classificati nelle 4 categorie di concorso (comuni turistici, con popolazione fino a 3.000 ab., da 3 a 20.000 ab., oltre 20.000 ab.) e diverse targhe, tra cui "Città del Vino", "Comunicazione", "Pollice verde" e "Balconi fioriti". Un premio speciale è andato alla Provincia più fiorita, quella di Cuneo con ben 26 comuni partecipanti.

 

Al fine di promuovere il cosiddetto "turismo verde o dei giardini" ogni anno viene editata una guida in 70.000 che riporta schede sintetiche dei comuni partecipanti. La guida è diffusa nei comuni, nelle fiere e manifestazioni ed allegata alle riviste "Giardini" e "Agriturismo".

 


Un po' di storia dei Concorsi di fioritura

 

Agli inizi del XX secolo, si sviluppano in Austria le "Associazioni per l'abbellimento del comune" (Verschoenerungsverein) simili alle nostre Pro Loco, che organizzano negli anni '20 i primi Concorsi di abbellimento e fioritura dei comuni. Da allora, i concorsi diventano una "tradizione" che contribuisce grandemente al successo turistico di paesi e regioni come il Tirolo.

 

L'esempio austriaco contagia la Svizzera e la Germania, dove negli anni '30 vengono organizzati concorsi analoghi. In particolare in Svizzera, ogni Cantone tramite la locale associazione turistica promuove annualmente il concorso tra i comuni.

 

In Francia, nel 1958, il Ministero del Turismo, sulla base dell'interesse turistico suscitato dallo charme dei villaggi alsaziani, istituisce il Concorso Nazionale delle Città e dei Villaggi fioriti che coinvolge oggi circa 12.000 Comuni.

 

Nel Regno Unito è "Britain in Bloom" l'organismo che coinvolge associazioni di produttori, di comuni e associazioni ambientaliste ad organizzare dal 1963 il Concorso omonimo che coinvolge ormai centinaia di comuni, enti e privati. Anche in Irlanda 700 comuni su 1.000 partecipano ogni anno ad un'analoga iniziativa.

 


Il concorso europeo Entente Florale

 

L'Entente Florale (www.entente-florale.eu), è il Concorso internazionale di fioritura che, organizzato per la prima volta nel 1975, coinvolge ogni anno 12 paesi europei: Francia, Inghilterra, Austria, Belgio, Irlanda, Olanda, Portogallo, Slovenia, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria e, dal 2006, Italia. Una giuria internazionale composta da un esperto per paese visita i comuni candidati e attribuisce un oro, argento, bronzo a seconda del livello di fioritura e di altri criteri (verde, gestione ambientale, educazione, pulizia...).

 

Nel 2008 i due comuni che rappresentano l'Italia, Cervia (Ra) e Bergolo (Cn) hanno ottenuto un risultato eccezionale, con un oro e un argento. Nel 2007 Limone Piemonte (Cn) e Omegna (Vb) hanno invece conquistato rispettivamente un oro e un bronzo, e infine nel 2006 erano stati Cellamonte (Al) e Alba (Cn) a raggiungere un argento e un bronzo. Nel 2009 saranno i comuni di Pré Saint Didier e di Avigliana a rappresentare il nostro Paese in questa prestigiosa competizione.


Un importante ruolo per le Pro Loco

 

Gli operatori turistici più sensibili sanno benissimo quale importanza hanno il trattamento degli spazi verdi e la presenza di una decorazione floreale per l'immagine complessiva della località. In alcune regioni, come il Trentino - Alto Adige non è quasi concepibile un comune turistico senza una "montagna" di fiori negli spazi pubblici e sulle facciate delle case. Di fatto, l'aspetto verde e fiorito diventa un importante elemento di attrazione. Le Pro Loco possono giocare un ruolo importante di animazione sia promuovendo la partecipazione del Comune al Concorso che gestendo la regia di concorsi locali "Case fiorite". Sono poi possibili iniziative come mercati dei fiori, serate d'informazione, feste sul tema della fioritura.


Le ricadute della fioritura sul turismo

 

Può essere utile ricordare le ricadute della fioritura per i comuni e l'economia locale:

- contribuisce al miglioramento del quadro di vita della località turistica e dell'ambiente urbano

- partecipa all'immagine del Comune, di cui è un elemento essenziale e costituisce un efficace strumento di comunicazione

- rappresenta uno strumento di promozione turistica, sia come prodotto turistico in sé che come elemento di qualità dell'accoglienza

- gioca un ruolo economico per le ricadute sui posti di lavoro generati nei settori della floricultura e del paesaggio, così come in quello turistico-commerciale,

- assume un rilevante ruolo sociale per il suo carattere di opera collettiva, fattore di coesione sociale

- svolge un ruolo educativo attraverso la sensibilizzazione dei cittadini al rispetto dell'ambiente di vita quotidiano e allo sforzo di miglioramento del quadro di vita, attraverso iniziative quali "Il Concorso Case e balconi fioriti", "Scuole fiorite"...

L'edizione 2009 del concorso "Comuni fioriti" è quindi un'occasione importante per offrire sia agli abitanti che ai visitatori dei nostri Comuni un ambiente e un'atmosfera di qualità e di colore, destinati ad accrescere l'attrattività della località.

 

 

Bruno Gandino

 

 

(Box)

Come partecipare al Concorso

 

Per partecipare al concorso il Sindaco deve inviare entro il 30 aprile 2009 una scheda di partecipazione alla segreteria del concorso, con allegata la documentazione richiesta (foto, planimetrie dei siti fioriti .....). Va effettuato anche il versamento di una quota d'iscrizione variabile in funzione del numero d'abitanti del Comune. Al comune iscritto viene inviato il plico con la documentazione cartacea, tra cui le schede-consiglio (24) e il manifesto. Anche le Pro Loco interessate possono richiedere i materiali del concorso.

 

Nei mesi di giugno e luglio una giuria effettua le visite in incognito e, se il livello di fioritura e di documentazione inviata è sufficiente, la visita ufficiale. In ottobre viene definita la valutazione finale e ai primi di novembre si svolge la festa di premiazione, con la consegna delle targhe, dei premi e in seguito delle guide "Comuni fioriti"

 

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito www.comunifioriti.it

e-mail: info@comunifioriti.it



Gallery
  • Concorso “Comuni fioriti” - 1/1


  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati