Rukku.it

Campi di lavoro sui terreni confiscati alle mafie

Anche per l'estate 2009 Libera, Associazione nomi e numeri contro le mafie, promuove campi di lavoro legati ai temi della legalità e della lotta alle mafie.


Campi di lavoro sui terreni confiscati alle mafie

A migliaia di giovani volontarie e volontari provenienti da diverse regioni d'Italia e del mondo viene offerta l'opportunità di vivere un'esperienza di impegno, di volontariato e di formazione civile, prendendo parte ai campi di lavoro sui terreni confiscati alle mafie e gestiti dalle cooperative sociali di Libera Terra.
L'obiettivo dei campi è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto che contraddistingue i fenomeni mafiosi del nostro Paese, dimostrando che è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà.
Accanto al lavoro manuale, vengono organizzati momenti di formazione e informazione sui temi della legalità, dell'uso sociale dei beni confiscati, delle mafie.
I campi diventano inoltre momenti di incontro e confronto tra i volontari e tra i volontari e le comunità locali, attraverso iniziative di animazione territoriale e socialità.

Per l'estate 2009, Libera, con la collaborazione delle cooperative Libera Terra, dei cordinamenti territoriali e di Legambiente, organizza due tipologie di campi di lavoro:
- la prima indirizzata a singole persone
- la seconda aperta a gruppi organizzati

Per conoscere quali campi saranno realizzati ed avere maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare il sito di Libera.

 

Info: bollentispiriti regione puglia it



  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati