Rukku.it

AREA MARINA PROTETTA DI PORTO CESAREO E TORRE GUACETO

PRESENTATO OGGI A BRINDISI IL PROGETTO DI UNA PIATTAFORMA TECNOLOGICA COMUNE PER LE AREE MARINE PROTETTE DEL SALENTO


AREA MARINA PROTETTA DI PORTO CESAREO E TORRE GUACETO

• Il progetto è risultato vincitore di un bando di Fondazione Telecom Italia chiuso a febbraio 2011;
• sarà realizzato dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, in collaborazione con l'Area Marina Protetta Porto Cesareo e con il Consorzio Nazionale Interuniversitario per la Scienze del Mare (CoNISMa);
• obiettivi principali: mettere in atto una strategia comune di sviluppo turistico, rafforzamento delle relazioni con il territorio, miglioramento della gestione delle due aree salentine

Brindisi, 26 aprile 2012

Il sistema delle Aree Marine Protette in Italia rappresenta una straordinaria risorsa non solo come presidio della ricchezza ambientale del Paese e della sua biodiversità, ma anche come espressione della straordinaria varietà e intensità del nostro patrimonio culturale e paesaggistico e della possibilità di utilizzarlo per sviluppare un sistema di turismo sostenibile e di promozione e rafforzamento delle identità territoriali. Fondazione Telecom Italia ha pubblicato nel 2010 un bando, chiuso a febbraio 2011, finalizzato ad individuare progetti innovativi di promozione di un nuovo modo di gestire e vivere questa grande ricchezza del nostro Paese, come espressione dell'interazione tra ambiente, cultura, paesaggio, turismo, nuovo senso di cittadinanza.

"Nel progetto proposto dalle due Aree protette del Salento abbiamo individuato il potenziale per provocare cambiamenti virtuosi nelle modalità di fruizione del territorio, fattore fondamentale per un coinvolgimento più intenso dei flussi turistici" - dichiara Fabio Di Spirito, Segretario Generale di Fondazione Telecom Italia. "Abbiamo premiato anche la volontà di attuare una strategia comune di sviluppo, attraverso l'integrazione di alcuni processi gestionali e la promozione di azioni congiunte sul territorio, che troveranno la propria sintesi nella piattaforma web".

"Il nostro territorio ricco di emergenze ambientali e culturali e di giovani imprenditori che hanno scommesso nella sfida del turismo sostenibile deve acquisire la consapevolezza della necessità di costituire una rete di competenze e di servizi per vincere la sfida di un mercato globale" dichiara il presidente del consorzio di gestione di Torre Guaceto Vincenzo Epifani "sono convinto che la Fondazione Telecom Italia con il finanziamento del progetto: ICT e servizi Innovativi applicati al sistema costiero salentino, contribuirà in maniera determinante al raggiungimento di tale obbiettivo.

"L'Area Marina Protetta Porto Cesareo - dichiara il Direttore Paolo D'Ambrosio - da sempre persegue l'obiettivo di creare una rete di tutti i soggetti direttamente ed indirettamente coinvolti nell'offerta turistica e nella gestione della fruizione del territorio, in un quadro di sostenibilità ambientale. Il progetto finanziato da Fondazione Telecom Italia offre l'opportunità di realizzare uno strumento istituzionale che sia conforme alle esigenze promozionali degli operatori turistici e, nello stesso tempo, consenta a coloro che scelgono quale meta dei propri viaggi le Aree Protette del Salento, di costruire un pacchetto-vacanza a misura delle proprie esigenze."

Il progetto: "ICT e servizi Innovativi applicati al sistema costiero salentino"
Il progetto coinvolge le due aree marine protette salentine Torre Guaceto e Porto Cesareo e l'intero territorio delle provincie di Brindisi e Lecce: un sistema complesso, con testimonianze ambientali, storico-culturali, archeologiche ed architettoniche di incommensurabile valore, inserito in uno dei paesaggi agrari e naturali tra i più antichi del Mediterraneo. Obiettivo principali è mettere in atto una strategia comune di sviluppo turistico, rafforzamento delle relazioni con il territorio, miglioramento della gestione delle due aree salentine.

Nel dettaglio, si prevede di sviluppare una piattaforma multimediale web comune, con i seguenti obiettivi:
- offrire ai visitatori una migliore organizzazione dell'accoglienza, con accesso a informazioni personalizzate e funzionalità dedicate, ad esempio la possibilità di scegliere itinerari tematici virtuali popolati da contenuti multimediali e interattivi relativi a paesaggi, beni storici, specie animali e vegetali;
- rafforzare le relazioni tra le amministrazioni locali ed i soggetti pubblici e privati operanti nel settore turistico e culturale;
- realizzare una strategia comune e innovativa per la promozione del territorio e lo sviluppo turistico secondo le logiche della destagionalizzazione e della sostenibilità dei flussi turistici.
- migliorare, anche attraverso l'integrazione di alcuni processi, il sistema di gestione delle due aree.
- rendere accessibile il portale anche ai dispositivi cellulari o smartphone.

In particolare, attraverso un piano di marketing e animazione territoriale, si coinvolgeranno gli operatori dei servizi turistici del territorio (tour operators, guide, gestori di musei, ristoratori, albergatori), ma anche produttori e trasformatori di prodotti agronomici e della pesca, per attivare specifici processi di miglioramento e integrazione dei servizi al turista, per una comune strategia innovativa mirata alla promozione del territorio e allo sviluppo turistico, secondo le logiche della destagionalizzazione e della sostenibilità dei flussi turistici. La piattaforma consentirà inoltre la promozione di itinerari culturali ed ambientali abbinabili a servizi e/o prodotti del territorio interessato; attraverso contenuti multimediali innovativi e canali di comunicazione diversificati sarà possibile raggiungere nuovi e vecchi turisti in qualsiasi periodo dell'anno.
Realizzato dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, in collaborazione con l'Area Marina Protetta Porto Cesareo e il Consorzio Nazionale Interuniversitario per la Scienze del Mare (CoNISMa), il progetto è stato selezionato da Fondazione Telecom Italia per il finanziamento attraverso un bando chiuso a febbraio 2011, destinato a sostenere progetti di valorizzazione dei Parchi nazionali e delle Aree marine protette italiane. Iniziato a febbraio 2012, ha una durata di 18 mesi e prevede un investimento, da parte di Fondazione Telecom Italia, di € 234.720 su un valore complessivo del progetto di circa € 300.000.
*****
Fondazione Telecom Italia è nata il 24 dicembre 2008 come espressione della strategia di responsabilità sociale del Gruppo Telecom Italia. Con la sua costituzione Telecom Italia ha inteso rafforzare il proprio impegno nei confronti della comunità sociale, concentrando nella Fondazione gli strumenti, le risorse e le capacità per realizzare e finanziare progetti utili ai bisogni della comunità, per promuovere le idee, per contribuire alla innovazione sociale nel nostro Paese. Fondazione Telecom Italia opera nel campo del sociale, con iniziative educative e assistenziali dedicate alle categorie e alle fasce di popolazione meno protette o comunque svantaggiate; nella valorizzazione della progettualità applicata all'educazione, all'istruzione e alla ricerca scientifica; nella tutela dell'ambiente e del patrimonio storico-artistico e dell'ambiente, sviluppando forme e modi innovativi di fruizione e diffusione della conoscenza.

L'Area Marina Protetta di Torre Guaceto, istituita con D.I. 04/12/1991, interessa 2,227 ha di mare per uno sviluppo di costa di 8 km tra i Comuni di Carovigno e Brindisi. Caratterizzata da un'elevata biodiversità. L'AMP è gestita da un Consorzio misto formato dalle Amministrazioni Municipali di Carovigno e Brindisi e dal WWF, in virtù del Decreto Ministeriale 04/02/2000. Le principali finalità del Soggetto Gestore sono di tutelare e conservare le caratteristiche naturali e paesaggistiche del territorio dell'Area, anche in funzione dell'uso sociale di tali valori; promuovere ed organizzare il territorio per la fruizione a fini didattici, culturali, scientifici, ricreativi e turistici della riserva, attraverso il ripristino della funzionalità degli edifici presenti, sentieri, piste, aree di sosta, ed anche attraverso la creazione di strutture idonee non impattanti, tutte fruibili a qualsiasi soggetto, con particolare attenzione alle categorie protette, quali anziani, portatori di handicap, ecc...; promuovere un'attività di confronto con le altre Aree Marine Protette, nell'ottica dell'armonizzazione delle Politiche Ambientali.
L'Area Marina Protetta Porto Cesareo, istituita con D.M. 12.12.1997, interessa il litorale dei Comuni di Porto Cesareo e di Nardò, entrambi della provincia di Lecce. La superficie marina occupata dall'Area è di 16.654 ettari con una linea di costa di circa 32 chilometri molto varia e dai contorni frastagliati. L'AMP Porto Cesareo nel 2011 ha ottenuto il prestigioso titolo internazionale di ASPIM (Aree Specialmente Protette di Importanza Mediterranea). I principali obiettivi che l'A.M.P. si propone sono la Conservazione attraverso la tutela degli ambienti di importanza ecologica (praterie di Posidonia, coralligeno, anfratti e grotte sommerse ...), L'Educazione ambientale e la promozione di un Turismo eco-compatibile: mediante centri informativi, musei e percorsi subacquei nei siti di maggiore interesse naturalistico, con l'intento di promuovere attività ricreative alternative.

AMP Torre Guaceto
Ufficio Stampa
Tel.0831/990882
http://www.riservaditorreguaceto.it

AMP Porto Cesareo
Ufficio Stampa
Tel.0833560144
http://www.ampportocesareo.it

Fondazione Telecom Italia
Ufficio Stampa
Tel. 06 3688 3492
fondazionetelecomitalia.it

 



Gallery
  • AREA MARINA PROTETTA DI PORTO CESAREO E TORRE GUACETO - 1/1


  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati