Rukku.it

Primavera in Salento

Borghi da visitare in una vacanza in Salento


Primavera in Salento

A chi pensa che il Salento sia una terra da visitare solo durante il periodo estivo si sbaglia di grosso. Il Salento infatti proprio in primavera offre uno spettacolo davvero magnifico sorprendendo con i suoi colori, profumi e sapori e il suo mite clima. Potrete quindi godervi questa terra in una veste completamente nuova.

Sono moltissime le cose da poter fare in questo periodo: visitare le città di cultura, masserie, partecipare ad escursioni, andare in bici nei parchi, andare per sagre e gustare gastronomie salentine!

Ma non tutti sanno che il Salento offre alcuni tra i borghi più belli d’Italia da poter visitare in questa stagione:

  • Gallipoli “la perla del Salento” è un continuo sovrapporsi di strutture edilizie di varie epoche e di diverse matrici culturali. La città si divide nel borgo nuovo  borgo antico. Il centro storico di Gallipoli è paragonabile ad un’isoletta adagiata sull’acqua, collegata alla terra ferma da un ponte in muratura.

Cosa Vedere? Il castello angioino-Aragonese, la cattedrale di Sant’Agata, la fontana greca, la chiesa di San Francesco d’Assisi, il Santuario della madonna del canneto.

  • Otranto, comune più orientale d’Italia è un borgo abitato molto antico, che conserva monumenti, stradine, pietre e un’atmosfera unica. Nel 2010 il borgo antico è stato riconosciuto come Patrimonio Culturale dell'UNESCO quale Sito Messaggero di Pace.

Cosa vedere?  La cattedrale di Otranto, il Castello Aragonese, le mura della città, la cripta di San Nicola e la chiesa di Santa Maria dei Martiri.  Non dimenticate di fare un salto presso le cave di Bauxite, uno dei luoghi naturali più suggestivi del Sud Italia.

  • Il centro storico di Galatina può essere definito un “museo a cielo aperto”.  È la città in cui testimonianze della cultura latina e testimonianze della cultura greca convivono armoniosamente. Questo borgo ha ben 5 porte d’accesso, di cui 3 possono essere ammirate con tutte le loro simbologie. All’interno, il borgo antico offre splendidi scorci di palazzi barocchi, fra corti e e vicoli che si alternano a larghe strade dotate ancora dell’originario basolato. 

Cosa vedere? Chiesa Matrice, cappella, Basilica di Santa Caterina d’Alessandria e il Museo Civico.

  • Acaya rappresenta l'unico esempio di città fortificata del Meridione d’Italia. Alla città si accede da un’unica porta a sud sormontata dallo stemma dei re spagnoli e delle famiglie nobili che la abitarono. Il borgo è caratterizzato da una scacchiera di sei strade parallele intersecate da altre tre.

Cosa vedere? Il castello di Acaya, la chiesa parrocchiale, la cappella di San Paolo e la chiesa di Santa Maria della Neve.

  • Anche se leggermente più al nord, Ostuni definita la “Citta Bianca” a causa del tipico colore delle case in calce bianca, merita sicuramente considerazione. Passeggiare per i vicoli del centro storico alla ricerca di palazzi barocchi, chiese medievale e botteghe dell’artigianato sarà una gita di cui non vi pentirete!

Cosa vedere? La Concattedrale, la chiesa di San Vito Martire, Guglia di Sant’Oronzo, Palazzo Zevallos, Museo delle civiltà preclassiche della Murgia Meridionale e il centro storico “la terra”.

Se durante queste gite vi dovesse venire appetito, in questo articolo (http://bit.ly/2mWtkIt)  potrete leggere tutto ciò che il Salento ha da offrirvi in cucina!



  • mariannamangiatordi
  • Ultimo aggiornamento: 7 Marzo 2017 - 09:27
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati