Rukku.it

Il 13enne di Copertino, Enrico Antonini, conquista l'argento

La Puglia, si fregia di una prestigiosa medaglia d'argento, conseguita al termine degli European Schoolboys Champs 2014 (EUBC) in programma a Kszethely in Ungheria.


Il 13enne di Copertino, Enrico Antonini, conquista l'argento

Gli incontri si sono svolti all'interno dell'Hotel Helikon Sport and Conference Hotel, Tennis Hall. Tra i dieci pugili Schoolboys (nati nel 2000 e 2001) prescelti da Raffaele Bergamasco, Responsabile Tecnico dell’Italia Boxing Nazionali Maschili, è stato convocato il pugliese Antonini (categoria 72 kg), portacolori della BeBoxe diretta dal tecnico Francesco Stifani.

          Peraltro, Antonini, è riuscito a conciliare gli impegni sportivi internazionali, con le incombenze scolastiche: grazie alla sensibilità del dirigente scolastico, il giovane azzurro, ha chiesto ed ottenuto la possibilità di poter concludere al più presto l'appuntamento con l'esame orale per il conseguimento della Licenza Media; successivamente Antonini ha così potuto affrontare dapprima il ritiro con la nazionale giovanile in programma a Spoleto, per poi volare in Ungheria, con i compagni di squadra.

          Al torneo, hanno preso parte 176 boxer, provenienti – oltre dall'Italia – anche da Azerbaijan, Bielorussia, Bulgaria, Croazia, Estonia, Repubblica Ceca, Danimarca, Inghilterra, Finlandia, Germania, Irlanda, Israele, Moldavia, Montenegro, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Scozia, Slovacchia, Serbia, Ucraina e Galles.

          Il sorteggio ha proiettato Antonini direttamente alle semifinali in programma giovedì 3 luglio: per il pugile salentino, l'esordio contro il turco Ahmed Kaya, si è concluso con la vittoria per 2-1. Il giorno successivo, Antonini, ha dovuto sfidare il beniamino di casa, l'ungherese Jozsef Baranyi, il quale si è imposto ai punti aggiudicandosi la medaglia d'oro. Per Antonini, quindi una medaglia d'argento e la soddisfazione di essere stato l'unico rappresentante italiano ad essere giunto all'atto conclusivo della kermesse (l'Italia ha comunque conquistato tre medaglie di bronzo.

          «Sono soddisfatto di questa mia prima esperienza all’estero con la maglia della nazionale giovanile – commenta il 13enne Antonini – Ringrazio lo staff tecnico composto da Giulio Coletta e Maurizio Stecca e tutti i miei compagni d’avventura. Ovviamente, la conquista di questa medaglia d’argento è frutto del lavoro svolto con il mio maestro Francesco Stifani, grazie al quale, nel giro di pochi mesi di attività in palestra, mi ha permesso di partecipare a tre tornei distinti: prima il torneo esordienti a Sant’Agata di Puglia, poi il Torneo Italia ed infine l’Europeo. Oltretutto ho potuto partecipare a due ritiri con la nazionale, quindi posso ritenermi ampiamente soddisfatto. Al contempo la fiducia conseguita sul ring, deve rappresentare un’ulteriore stimolo per crescere, migliorare e continuare a profondere il massimo dell’impegno. Un ringraziamento speciale deve essere riservato alla mia famiglia e a tutti i miei amici: dopo essere rientrato dall’Ungheria, a casa ho ricevuto un’accoglienza calorosa. Adesso un po’ di riposo e poi si ritorna in palestra con il maestro Stifani, per poi iniziare anche l’avventura scolastica con le classi superiori».



  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2014 - 10:24
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati