Rukku.it

CHEMICAL LOVER

Nuovo singolo della band salentina i Moods


CHEMICAL LOVER

Chemical Lover è il nome del Nuovo singolo accompagnato da un Videoclip della band salentina i Moods, che si muove tra pop rock ed elettronica.

Il brano brano estratto dall’ album di esordio “Wailing”, è una traccia decisamente più elettronica rispetto ai precedenti singoli, con sonorità che passano dallo step alla techno in un viaggio sonoro cupo ma che sa far incantare e ballare.

I Moods fondono in modo originale il pop rock e le sonorità electro, l’impatto scenico live alle sonorità da club, fino alla drum’n’bass, al dubstep ed alla techno. I Moods nascono dalla mente e dalle mani di musicisti salentini già attivi e noti sulla scena: Stefano Scuro alla voce ed alla chitarra (già frontman dei Logo), Antonio “Dema” De Marianis alla batteria (già Steela, Bundamove, Africa Unite, Roy Paci & Aretuska), Errico “Ruspa” Carcagni ai synth ed alle programmazioni elettroniche (già Steela, Boomdabash, Almamegretta ), Dario Ancona al basso (Misteri del Sonno).

Nella scrittura e nell'esecuzione di Chemical Lover la band è affiancata dal cantautore e musicista Carmine Tundo. Il testo è una visione alterata e “chimica” del concetto di amore inteso come fusione di sensazione istinto ma che viene anche visto nelle connotazioni più contorte, fino alle soglie dell’ossessione. Il video, girato a Berlino dal regista Guglielmo Bianchi è interpretato da Maria Chiara Provenzano e dal bassista della band Dario Ancona.

Il regista Guglielmo Bianchi sottolinea «L’idea di partenza del videoclip è quella di sovvertire la visione tradizionale per cui amore e attrazione vengono intesi come frutto di una carica istintiva naturale, che prescinde dalla razionalità. Nel videoclip è la cerebralità che alimenta la chimica dell’amore, innescando un gioco di sottile perversione che trasforma l’intesa amorosa in un artefatto. La scelta di ambientare la storia a Berlino è un omaggio alla tradizione musicale a cui la band si rifà. Dal punto di vista visivo, si è cercato volutamente lo stridore tra il beat elettronico, ballabile del brano e l’atmosfera metallica, orwelliana tipica della vecchia DDR, evocata peraltro dal rosso del playback e dal lettering delle scritte e dei titoli di coda».
 

I Moods tornano anche dal vivo con vari appuntamenti in giro per il Salento che culmineranno con l’apertura ai Prodigy il 16 agosto al Parco Gondar di Gallipoli.





  • mariannamangiatordi
  • Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2016 - 19:51
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati