Rukku.it

Antonia Occhilupo

Vivere la sofferenza sulle ali della speranza e del sorriso.


Antonia Occhilupo

Si è svolto nei giorni scorsi, ad Alessano, l'evento dedicato alla presentazione di un libro di Antonia Occhilupo, intitolato "Oggi è il mio domani - Triplo salto mortale: dal coma alla miastenia al timoma" (Edizioni I Libri di Icaro).

Nella sede di Palazzo Legari, di fronte ad un pubblico sensibile ai temi trattati, hanno relazionato, con l'autrice, vari esponenti della società civile: Maria Mazzone, presidente della Cooperativa Sociale "L'Adelfia"; Giuseppe Nicolardi, docente di neuroanatomia clinica presso l'Università del Salento; Luigi NICOLARDI, Sindaco della Città ospitante; Michela Santoro, promotrice dell'iniziativa e responsabile della locale Libreria Idrusa.

L'opera si presenta come un appassionante romanzo autobiografico, in grado di tradurre sentimenti, speranze ed emozioni di un'incredibile odissea.

Insolita è sicuramente la storia dell'autrice che, dopo aver conseguito la laurea in Psicologia all'Università di Padova, ha continuato gli studi per diventare medico chirurgo, specializzandosi in Psichiatria presso l'Ateneo di Firenze.

Il leitmotiv della trama ricostruisce l'esistenza travagliata di questa donna-medico, chiamata a condividere la missione al servizio della gente, col ruolo di una paziente tenace, impegnata a negoziare il tempo patologico - trascorso tra terapie e dottori - con quello sano, dedicato agli affetti più cari, alle banali ma significative attività quotidiane.

I primi capitoli dell'avventura rappresentano un quadro a tinte forti, in cui il ricordo soffuso di momenti comatosi si amalgama ai pastelli freddi del conflitto tra reale e metafisico, presente e passato, sensazione e percezione.

La nostra amazzone dinamica, con energia insolita, riesce a sintetizzare tali antitesi nel prodigio di un ritorno alla vita, alimentato dai colori caldi del Salento e rianimato dal ricordo di porzioni d'infanzia, tappa dell'età evolutiva connotata da freschezza e candore, nel processo di formazione della futura personalità.

L'esperienza della Occhilupo è segnata da situazioni cliniche in grado di slatentizzare, con i sintomi di gravi malattie, la dedizione al valore della vita, in un contesto di coraggio senza frontiere, partorito nell'istituzione familiare, con salda umanizzazione del dolore.

Ideando un paradigma di fiducia diffusa, modulato sulla terapia catartica dell' attesa, l'autrice riesce a perseguire due importanti obiettivi umani e professionali, fondendo spiritualità e materialità in un unicum armonico, per poi ritornare a riveder le stelle, nel flusso di opposte polarità affettive.

Col supporto di competenze tecnico-scientifiche, Antonia individua l'affezione che ha intaccato il suo benessere, intercettando le strategie per affrontare gli spasmi, nella routine della quotidianità straordinariamente originale, in cui è possibile gustare - seppur lievemente - la creatività del sorriso, l'infinito del sogno ed il sapore della speranza, da cui deriva il trionfo della vita.

Amore ed ascolto solidale diventano un sostegno indissolubile per affrontare la fragilità dell'esperienza umana e costruire la memoria del nostro essere irripetibile, nello scenario di una battaglia senza esclusione di colpi con la malattia subdola, ancorché stimolo e possibilità di crescita.

Nello scontro tra Eros e Thanatos, cioè tra la pulsione di vita e quella di morte, Antonia riesce a sconfiggere la Parca Atropo col suo desiderio di recidere il sogno di una donna coraggiosa: quello di diffondere solidale disponibilità verso gli altri, mettendosi in secondo piano con intenti d'aiuto, per dar voce al prossimo ed auscultare la sofferenza, come portatrice di cultura ed empatia.

Lo stile etico prospettato trasforma, sicuramente, la massima del poeta latino Marziale in un auspicabile principio di vita, in cui ciascuno di noi avrà sempre e soltanto ciò che ha donato generosamente. Paolo PALOMBA Biografia Antonia Occhilupo è nata nel 1955 e vive nel Salento. Ha conseguito la Laurea in Psicologia nella storica Università di Padova e ha poi fortemente voluto la seconda in Medicina e Chirurgia per potersi specializzare in Psichiatria a Firenze. Svolge da anni la sua attività di Psichiatra nel servizio pubblico.

E' al suo esordio narrativo, avendo pubblicato finora solo lavori scientifici.

Paolo PALOMBA

 

Biografia
Antonia Occhilupo è nata nel 1955 e vive nel Salento. Ha conseguito la Laurea in Psicologia nella storica Università di Padova e ha poi fortemente voluto la seconda in Medicina e Chirurgia per potersi specializzare in Psichiatria a Firenze. Svolge da anni la sua attività di Psichiatra nel servizio pubblico. E' al suo esordio narrativo, avendo pubblicato finora solo lavori scientifici.



  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:56
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati