Rukku.it

Stagione Sinfonica di Primavera dell’Orchestra Tito Schipa

Sei concerti per quattro location: il teatro di tradizione Politeama Greco, il Nuovo Teatro Verdi di Brindisi, il teatro Paolo Grasso di Cisternino e i Cantieri Koreja.

Dal 6 Aprile 2013 - 21:00

Al 11 Maggio 2013 - 23:55


Stagione Sinfonica di Primavera dell’Orchestra Tito Schipa

La Stagione Sinfonica di Primavera dell’Orchestra Tito Schipa si appresta a partire con il nuovo direttore artistico Ivan Fedele. «Questo incarico è – ha detto Fedele – per me una grande soddisfazione sentimentale. A convincermi ad accettare, nonostante i tanti impegni, è stata l’intenzione di coinvolgere i giovani. L’importante, secondo me, è informare prima ancora di formare: l’esempio, infatti, il mostrare, il far vedere, vale più di tante parole. I concerti in programma non saranno lunghissimi perché vorrei che la gente andasse via con un senso di pienezza che serve a recuperare la dimensione dell’ascolto». 

Un cartellone ricco di elementi di novità che si alterneranno ad altri più tradizionali sia per la scelta del repertorio che per quella relativa ai solisti e ai direttori d’orchestra disegnato ha commentato lo stesso direttore artistico Ivan Fedele perché i giovani (interpreti, direttori, compositori) saranno protagonisti di un’esperienza che vuol mostrare come le musiche di tutte le epoche abbiano in comune la forza irresistibile di suscitare emozioni uniche.

Al via il 6 aprile nel Teatro Verdi di Brindisi dove l’Orchetra Ico sarà diretta da Tito Ceccherini, l’Orchestra Schipa eseguirà musiche di Ligeti, Wagner e Dvořák. «La crisi del teatro si affronta – ha spiegato Romeo per la Fondazione brindisina – con una programmazione di qualità. In questa direzione va la collaborazione fra le due istituzioni, la nostra e la Fondazione Schipa». Si prosegue l’11 e il 12 aprile, ai Cantieri Koreja per la prima esecuzione in Italia di “Zazie” di Matteo Franceschini, un’opera teatrale per voci e orchestra: sul podio salirà Pasquale Corrado, per la regia di Christian Gagneron, francese come pure i tre interpreti: Sevan Manoukian (soprano), Jean-Baptiste Dumora (baritono) e Guillaume Marquet (narratore). Il 19 aprile al Politeama Greco di Lecce e il 20 al Teatro Paolo Grassi di Cisternino, l’Orchestra suonerà Ravel e Stravinskij, diretta dall’italo-francese Matthieu Mantanus, mentre il 26 e il 27 aprile, rispettivamente al Politeama Greco e al Verdi, Fabio Maestri dirigerà un programma musicale con brani di Stravinskij, Britten e Šostakovič. Il 4 maggio, ai Koreja, sarà proposto un programma nuovo e interessante, diretto da Paolo Marzocchi che include due brani suoi (con video-art e la partecipazione dei giovani musicisti dell’Ascanio Grandi di Lecce) e uno di Britten. Gran finale il 10 maggio ai Cantieri Koreja e l’11 al Verdi di Brindisi, con un omaggio a Piero Milesi: si eseguirà il suo “Le voci della terra” e due pezzi firmati da Fedele.



  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:57
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati