Rukku.it

Mariemma, l’ultima opera di Alberto Diso

Un racconto affascinante l’ultima opera di Alberto Diso per Carra Editrice

Dal 11 Febbraio 2014 - 18:00

Al 11 Febbraio 2014 - 19:00


Mariemma, l’ultima opera di Alberto Diso

L'autore presenta domani, martedì 11 febbraio alle ore 18 presso il Liceo Classico in via Ruffano a Casarano, dialogando con Fabio D’Astore, Presidente della Società Dante Alighieri.

Dopo il successo de L'ultima estate delle betulle bianche edito nel 2007 e quello di Sospesa è la notte del 2009, Alberto Diso racconta in  Mariemma come l'incredibile concatenarsi degli eventi della vita porta verso situazioni inimmaginabili, che possono trasformare l'intera esistenza. La protagonista Mariemma è una donna divenuta cieca, che convive con un grande dolore, che però non le impedisce di vivere intensamente  e godere delle bellezze di una terra magica, la Grecia. Il protagonista maschile Moris è un uomo non più giovane, che naviga solitario a bordo della sua barca immerso nella bellezza del mare greco, che anche l'autore ama in modo particolare. Ha appena ormeggiato la sua barca in un porto della Grecia, dove torna ogni estate, in un posto che appartiene più al mare che alla terraferma, più al sogno che al reale. Lì incontra fatalmente una donna che cela lo sguardo dietro enormi occhiali scuri. Lei ha un giardino a strapiombo sul mare, un passato doloroso e un modo tutto speciale di leggere la realtà. Lei è l'amore mai vissuto che viene da un tempo che non esiste più, è la donna che Moris ha amato fin da ragazzino, prima che un colpo di coda della sorte gliela riportasse lì, quarant'anni dopo, ancora bellissima ma cieca.

Adagiato sull'azzurro delle onde, accarezzato dalla luna e inebriato dal profumo dei fiori, il loro amore troverà in Grecia la cornice per diventare reale, offrendo ai due protagonisti un'occasione di felicità mai concessa in gioventù. Gli occhi di Mariemma, annegati nel buio, non vedono né tramonti né stelle, e non possono vedere il viso di Moris che, a sua volta, tace la sua vera identità.

Silenzi, segreti e l'immaginazione che la mente dipinge ciò che alla vista è escluso: un amore magico e miracoloso che spinge a riflettere sul senso del tempo e sugli imprevedibili disegni del destino.

 

Alla presentazione, oltre all’autore, interverranno diverse personalità del mondo politico e culturale:

Antonio Gabellone, Assessore della Provincia di Lecce

Gianni Stefàno, Sindaco di Casarano

Maria Rosaria Conte, Preside dell’I.I.S.S. di Casarano

Fabio D’Astore, Presidente della Società Dante Alighieri

 

Info: Liceo Classico, tel. 0833.505051

 

Alberto Diso ha formato la sua cultura umanistica nel Salento, dove è nato. Nel corso degli studi universitari, ha collaborato con varie testate giornalistiche ed ha continuato a scrivere anche durante la sua vita lavorativa, vissuta lontano dalla terra natia. Le interviste degli anni ‘80 a Giulietta Masina, Moraldo Rossi e altri personaggi del mondo felliniano lo hanno spinto verso una crescente ricerca interiore. I numerosi viaggi di lavoro in vari Paesi del mondo hanno accresciuto la sua sensibilità e affinato la sua capacità di interagire con differenti culture, aprendogli nuovi orizzonti. Il suo percorso narrativo comincia in età matura, alla fine della sua attività lavorativa, con ”L’ultima estate delle betulle bianche” (2007) e continua con "Sospesa è la notte" (2009) e "Mariemma" (2012). www.albertodiso.com

 

I.I.S.S. Casarano

Nato nel 1996 dall’accorpamento del Liceo Ginnasio Dante Alighieri e dell’Istituto Magistrale, oggi è una scuola moderna e al passo con i tempi, costituita dai principali licei cittadini: Classico, Linguistico, Scienze Umane e Socio Economico, che hanno formato gran parte dei professionisti del territorio. In numeri: 1008 studenti, 51 classi, 106 docenti. Offre una vasta formazione in campo umanistico, ma anche scientifico; favorisce la crescita intellettuale degli studenti, grazie a numerose attività curricolari ed extracurricolari. Corsi di lingua (persino Arabo e Cinese), eventi culturali, presentazioni di libri, laboratori di scrittura, certamina di latino e greco (competizioni internazionali, alle quali gli alunni del Liceo hanno sempre ottenuto ottimi risultati), rappresentazioni teatrali, attività sportive pomeridiane, conferenze su politica e relazioni internazionali, stages e scambi all’estero, sportelli didattici. Le assemblee d’Istituto sono incentrate su argomenti di grande attualità, con dibattiti a tema e presenza di esperti esterni. A tutto ciò si aggiungono la palestra appena ristrutturata, i laboratori multimediali, le lavagne interattive in ogni classe e da quest’anno un Ufficio Stampa interno e un corso di comunicazione e media relations. Una scuola che nutre la mente e offre opportunità concrete di inserimento nel mondo del lavoro.



  • Redazione
  • Ultimo aggiornamento: 19 Febbraio 2014 - 21:57
Commenti

Nessun risultato trovato.


Lascia un commento. Per lasciare un commento devi essere registrato Registrati